Focolaio di Covid nel Casertano, scatta mini zona rossa

Focolaio di Covid nel Casertano, scatta mini zona rossa
di Italpress

NAPOLI (ITALPRESS) - La Regione Campania corre ai ripari per limitare i danni del focolaio epidemico scoppiato a Mondragone. Al termine di un vertice tenutosi in prefettura a Caserta, è arrivata la firma del governatore Vincenzo De Luca sull'ordinanza che si va a integrare al provvedimento di "zona rossa" già disposto dal sindaco del comune Virgilio Pacifico. Fino al 30 giugno ai cittadini aventi residenza, domicilio o dimora a Mondragone presso i "Palazzi Cirio", area dove attualmente si contano nove casi di positività al Covid, è fatto obbligo di isolamento domiciliare con divieto di allontanamento dalle dette abitazioni. I residenti dovranno sottoporsi ai controlli sanitari disposti dalla ASL competente, unica autorizzata a transitare in ingresso e in uscita dall'area con i suoi operatori. Disposta anche la chiusura dei varchi con i bobcat che sono già a lavoro per blindare con dei new jersey ogni via d'accesso al complesso abitativo. Per tutti gli abitanti di Mondragone, inoltre, torna subito l'obbligo di indossare le mascherine anche nei luoghi pubblici. Restrizioni dure ma rese necessarie dopo le notizie delle ultime ore: ai due casi diagnosticati tra sabato e domenica all'ospedale di Sessa Aurunca, si sono aggiunti sette positivi su 70 tamponi. Nel complesso in Campania sono 6 i nuovi casi fatti registrare oggi, tutti a Mondragone appunto, su 1350 test effettuati. Non si muove il numero di guariti e deceduti. (ITALPRESS). gve/fsc/red 22-Giu-20 19:06