Covid, De Luca "Rispettare le regole o chiusure inevitabili"

Covid, De Luca 'Rispettare le regole o chiusure inevitabili'
di Italpress

NAPOLI (ITALPRESS) - "Oggi 253 positivi con 7600 tamponi, una percentuale del 3,38%. La previsione che fanno i nostri epidemiologi, da qui al 21 ottobre, è di un incremento di 5000 contagi". Così Vincenzo De Luca, governatore della Campania, nel corso del suo intervento settimanale per fare il punto della situazione sull'emergenza Covid. Dati allarmanti che hanno spinto il presidente della Regione a firmare, nella giornata di ieri, l'ordinanza che ripristina l'uso obbligatorio della mascherina all'aperto. "Voglio fare un ragionamento di verità e di estrema chiarezza - ha spiegato De Luca -. Da quando a maggio c'è stata l'apertura di tutto e sono state eliminate le barriere della mobilità tra regioni la Campania è diventata il territorio più delicato ed esposto d'Italia a causa della sua densità abitativa. Trovare persone in strada senza mascherine è un lusso che non ci possiamo più consentire". "Le alternative - sostiene il governatore - sono drammaticamente semplici: o noi decidiamo di convivere con il Covid fino all'arrivo del vaccino, fra 10 mesi se tutto va bene, rispettando regole rigorosissime, o l'alternativa inevitabile, tra una o due settimane, sarà la progressiva chiusura delle attività economiche dei locali dei bar. Non ci sono terze vie", conclude. (ITALPRESS). gve/fsc/red 25-Set-20 17:13