Tiscali.it
SEGUICI

Mafia, le mani dei clan di Palermo sulle scommesse online: maxi sequestro per 43 milioni di euro

di Agenzia DIRE   
Mafia, le mani dei clan di Palermo sulle scommesse online: maxi sequestro per 43 milioni di euro

PALERMO - Maxi sequestro di beni per 43 milioni di euro a imprenditori considerati contigui alle famiglie mafiose palermitane di Pagliarelli, Porta nuova, Palermo Centro, Brancaccio e Noce. In azione la guardia di finanza, che ha eseguito due decreti di sequestro emessi dalla sezione Misure di prevenzione del tribunale di Palermo.I BENI SEQUESTRATII provvedimenti prendono le mosse da una indagine sulle infiltrazioni di Cosa nostra nei giochi e nelle scommesse online, denominata 'All In'.

I sigilli sono scattati per beni che si trovano in Sicilia, Campania, Lazio e Lombardia: tre immobili, tra i quali una villa di pregio, a Favignana (Trapani); quote di capitali e compendi aziendali di undici società con sedi nelle province di Milano, Roma, Salerno e Palermo; 45 tra conti correnti, conti deposito, titoli, polizze assicurative e buoni postali.L'INDAGINE 'ALL IN'L'indagine 'All In' portò alla luce l'esistenza di un gruppo di imprese che mettevano a disposizione dei principali mandamenti mafiosi palermitani, "in un rapporto di reciproco vantaggio", le proprie abilità per acquisire la disponibilità di numerose licenze e concessioni statali rilasciate dall'Agenzia delle dogane e dei monopoli per l'esercizio della raccolta delle scommesse. Un sistema che portò alla creazione di un impero economico costituito da società formalmente intestate a prestanome e che nel tempo erano giunte a gestire volumi di gioco per circa cento milioni di euro.

di Agenzia DIRE   

I più recenti

La Coppa Davis per tre giorni in mostra nella Sala dei Baroni a Napoli
La Coppa Davis per tre giorni in mostra nella Sala dei Baroni a Napoli
Cascione Novartis player fondamentale per la Campania
Cascione Novartis player fondamentale per la Campania
Novartis, Confalone Da Torre Annunziata esportiamo in tutto il mondo
Novartis, Confalone Da Torre Annunziata esportiamo in tutto il mondo
Novartis, al via la nuova area di produzione a Torre Annunziata
Novartis, al via la nuova area di produzione a Torre Annunziata

Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Carlo Di Cicco

Giornalista e scrittore, è stato vice direttore dell'Osservatore Romano sino al...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...