Tomao (Aimas): stiamo lavorando per la permanenza sulla Luna

Tomao (Aimas): stiamo lavorando per la permanenza sulla Luna
di Agenzia DIRE

"Tutte le figure professionali sanitarie che si occupano di aeronautica e spazio possono finalmente confrontarsi e dibattere dal vivo, di casi clinici specifici, di nuovi regolamenti, di ricadute sul mondo aeronautico delle più recenti scoperte scientifiche". Così alla Dire il presidente nazionale dell'Associazione italiana di medicina aeronautica e spaziale (Aimas), Generale ispettore dell'Aeronautica militare Enrico Tomao, oggi a Reggio Calabria, in occasione del XXXII Convegno nazionale dell'associazione ospitato fino al 7 ottobre al teatro Cilea."Ci stiamo preparando per andare sulla Luna - ha aggiunto Tomao - e lo stiamo facendo non per atterrare e per rientrare sulla Terra, ma per rimanerci. Questo comporterà uno sforzo scientifico non solo di tipo medico, ma di tutte le altre scienze e della logistica. Rappresenta la più grande sfida, direi la sfida epocale. Ci saranno dei grandi cambiamenti - ha evidenziato - perché già da tutte le ricadute che vengono dallo spazio ne stiamo traendo dei vantaggi".Quello di Aimas per il suo presidente "è un appuntamento fondamentale". "Oggi - parole di Tomao - festeggia i suoi 70 anni di vita e resta unica nel panorama sanitario italiano, così come unica resta la medicina aerospaziale che rappresenta il solo anello di congiunzione tra la medicina tradizionale, con le sue tante discipline, ed il mondo del volo".