Salone del Libro, Princi "Calabria percepita positivamente fuori Italia"

Salone del Libro, Princi 'Calabria percepita positivamente fuori Italia'
di Italpress

CATANZARO (ITALPRESS) - Anche la terza giornata del Salone del Libro di Torino sta registrando l'apprezzamento dei visitatori ed addetti ai lavori per lo stand della Calabria e per il calendario di eventi in programma. Il vicepresidente della Giunta regionale, Giusi Princi, nel dare avvio ai lavori in programma ha portato i saluti del presidente Occhiuto, che sta riscontrando positivamente come la presenza della Calabria allo stand del Salone del libro di Torino sia percepita positivamente a più livelli, a dimostrazione che il cambio di passo può avvenire solo modificando l'immagine percepita accanto ad un'azione concreta di governo. "Un vero e proprio sold out - ha dichiarato Princi - ottenuto con la collaborazione del Sistema Bibliotecario Vibonese, con il direttore Floriani, con l'Associazione Accademia dei Caccuriani , con il lavoro di squadra del personale del Dipartimento Istruzione, diretto da Maria Francesca Gatto che mi sento di ringraziare unitamente alla dirigente Ersilia Amatruda". (ITALPRESS) - (SEGUE). "La presenza quotidiana qui nello stand della Calabria al Salone del Libro di Torino - ha aggiunto Princi - mi ha permesso di conoscere personalmente molti editori e autori calabresi, con i quali il dipartimento regionale si era interfacciato per organizzare questa nostra esperienza torinese; ho potuto constatare la passione, l'amore e la professionalità con la quale gli stessi si sono impegnati, anche in queste giornate, per diffondere cultura e promuovere l'immagine migliore della nostra terra. A loro va il mio apprezzamento con la certezza che, una volta tornati da questa esperienza del salone di Torino che ci sta dando grandi soddisfazioni, metteremo a frutto tutte le positive sollecitazioni che ci sono giunte, sia dagli imprenditori, sia dal pubblico, in particolar modo quello giovanile". Il programma delle presentazioni di questa mattina ha visto: Evento dedicato alla cultura anti ndrangheta, alla presenza della Vicepresidente della commissione permanente per la lotta alla ndrangheta del Consiglio regionale della Calabria, Amalia Bruni; "I Bronzi di Riace: una ricerca che dura cinquant'anni" con Daniele Castrizio , "Il popolo di mezzo" (Piemme) di Mimmo Gangemi; "Calà-bryu", ossia "scaturisco bellezza" di Gianfrancesco Solferino e Franco Laratta; "Maizo" (Zona 42) di Elena Giorgiana Mirabelli; "Malinverno" (Feltrinelli) di Domenico Dara; "Caro Pier Paolo" (Neri Pozza) di Dacia Maraini; "Fiore selvatico/serenate" (Calabriasona) con Checco Pallone, Tiziana Grezzi e Giuseppe Marasco. Il Programma del pomeriggio prevede la presentazione di: "L'ultimo drago d'Aspromonte" (Rizzoli) di Gioacchino Criaco; "Divulghiamo Pitagora" con Piergiorgio Odifreddi e Paolo Di Giannantonio; "Il cercatore di luce" (Mondadori) di Carmine Abate; "Eretico o santo. Ernesto Buonaiuti, il prete scomunicato che ispira Papa Francesco" (La nave di Teseo) di Giordano Bruno Guerri; "Trema la Notte" (Einaudi) di Nadia Terranova. (ITALPRESS).- foto Ufficio Stampa Regione Calabria - spf/com 21-Mag-22 16:15