Droga: traffico con base al porto di Gioia Tauro: 36 arresti

di Ansa

La guardia di finanza ha eseguito un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip distrettuale di Reggio Calabria, su richiesta della Dda, a carico di 36 persone, tra cui un funzionario dell'Agenzia delle Dogane, accusate di avere gestito un traffico internazionale di sostanze stupefacenti, con l'aggravante delle modalita' mafiose, che avrebbe avuto come base logistica il porto di Gioia Tauro. L'operazione ha interessato, oltre alla provincia di Reggio Calabria, quelle di Milano, Roma, Napoli, Bari, Terni, Vicenza e Novara. Per 34 delle 36 persone destinatarie dell'ordinanza di custodia cautelare e' stata disposta la custodia cautelare in carcere, mentre a due e' stato concesso il beneficio degli arresti domiciliari. (NPK)