Domenico Ambrosiano: scuola e cura del territorio per valorizzare la nostra meravigliosa Calabria

di Adnkronos

(Cosenza, 22 settembre 2021 ) - Docente, impegnato da anni nel sindacato della scuola, già consigliere comunale a Cosenza, Domenico Ambrosiano si candida alle elezioni regionali come capolista di “Uniti per De Magistris”. Tra le priorità, l’istruzione, l’ambiente ed il lavoro Cosenza, 22 settembre 2021 - Terra di meraviglie e di bellezza, incastonata con le sue montagne tra due mari, culla di antica civiltà e cultura, la Calabria attira ogni anno migliaia di turisti italiani e stranieri, pronti ad ammirare gli incantevoli scenari della sua natura, i suoi tesori d'arte, le testimonianze gloriose della sua storia. Ma si tratta di un turismo con luci ed ombre perché tanti aspetti di ricettività e cura del territorio potrebbero essere migliorati. “Si dovrebbe cominciare già dalla scuola – spiega Domenico Ambrosiano, docente all’istituto Pezzullo di Cosenza, specializzato nel sostegno, presidente dell’associazione di promozione sociale Formansi (che si occupa di formazione docenti e Ata) e candidato alle prossime elezioni regionali per la lista Uniti per De Magistris – potenziare o creare facoltà universitarie di Agraria, Scienze dell’Alimentazione, Scienze del Turismo. E puntare per l’istruzione superiore, insieme ai nostri prestigiosi licei, sugli istituti tecnici e professionali ad indirizzo alberghiero, agricolo o legati all’ambiente e alla cura del territorio. Attualmente non è così; basti pensare che in altre regioni d’Italia gli istituti di agraria contano anche 3 mila iscritti, in Calabria circa 180. In questo modo sarebbe possibile formare delle competenze, valorizzando le attrattive del territorio e fare sì che i giovani restino nella loro regione e non siano costretti a cercare lavoro altrove”. Le coste e le spiagge sono uno dei tesori della regione ma troppo spesso i turisti vedono il mare schiumoso ed inquinato. “I depuratori esistono – puntualizza Domenico Ambrosiano che nella sua doppia esperienza di consigliere comunale a Cosenza ha anche presieduto la Commissione Ambiente e Verde – ma sono mal funzionanti. Bisogna risolvere questo problema perché le coste sono il nostro principale biglietto da visita soprattutto in estate. In inverno abbiamo montagne dove si scia ma che avrebbero bisogno di maggiori investimenti privati per creare veri e propri comprensori sciistici. Ma ovviamente gli investimenti privati arrivano solo se il pubblico assicura servizi ed infrastrutture efficienti che al momento mancano. Per esempio si potrebbe cominciare potenziando l’operatività dei 3 aeroporti regionali, Lamezia Terme, Reggio Calabria e Crotone e pensare di realizzarne un altro in una zona di importanti e produttivi insediamenti agricoli come la piana di Sibari”. Per quanto riguarda il lavoro, una grave problematica, secondo Domenico Ambrosiano, riguarda la regione Calabria: la dislocazione di migliaia di persone, giovani e meno giovani che si trovano in mobilità, in diverse mansioni negli enti pubblici. “È una situazione che va avanti da anni – sostiene Ambrosiano – ma che crea solo precarietà, bassi compensi, nessuna tutela. È ora di affrontare la situazione in modo serio e cercare modalità nuove e stabili per offrire occupazione e dare dignità ai lavoratori più fragili”. C’è, infine, il tasto dolente della sanità, emerso in tutta la sua gravità proprio durante l’emergenza per il Covid 19. “In Calabria – sottolinea Domenico Ambrosiano – c’è bisogno soprattutto di un’efficiente sanità pubblica, con ospedali e assistenza sul territorio. La sanità privata può esserci ma solo come concorrenza ad una sanità pubblica forte e capillare”. Contatti: mimmoambrosiano@libero.it