Covid, Occhiuto "A lavoro per aumentare posti intensiva in Calabria"

Covid, Occhiuto 'A lavoro per aumentare posti intensiva in Calabria'
di Italpress

CATANZARO (ITALPRESS) - "La Calabria ha un numero di terapie intensive e di posti letto per il Covid che non consente di stare tranquilli se non si va avanti con decisione con la campagna vaccinale. Con il subcommissario Bortoletti siamo già al lavoro per l'aumento dei posti letto in terapia intensiva, ma intanto dobbiamo accelerare sulla vaccinazione. Sia sul completamento del primo ciclo, ma anche sulla terza dose". Lo ha dichiarato il presidente della Regione Calabria Roberto Occhiuto a margine di un incontro con i vertici delle Asp calabresi tenutosi a Catanzaro. "Dirò ai commissari delle Asl - ha proseguito - che uno degli elementi che peserà in maniera decisiva sulla valutazione del loro lavoro, sarà il risultato che otterranno per fare in modo che i calabresi si vaccinino quanto più possibile, perché non possiamo consentirci una pressione sul sistema sanitario insostenibile". Il governatore Occhiuto ha anche aggiunto che "siamo a lavoro per posti letto aggiuntivi per le terapie intensive, ho parlato con il generale Figliuolo e anche su questo ci sarà un impegno da parte della struttura commissariale. Sono preoccupato che l'aumento dei ricoveri possa essere insostenibile per la nostra rete. Le unità mobili saranno utilizzate anche nelle scuole, abbiamo sulle vaccinazioni le percentuali più basse tra gli under 20. Ho chiesto si possa far vaccinare nelle scuole sia i docenti, per cui è obbligatorio, sia gli studenti con il consenso dei genitori, e i militari andranno nei luoghi dove è più forte il contagio e ci sono meno vaccinati". Occhiuto ha anche toccato l'argomento lavoro: "Sui tirocinanti ministeriali ho discusso con i tecnici della funzione pubblica e la dirigente dell'Usr, abbiamo i dati, ci sarà un dpcm che consentirà ai lavoratori di avere un contratto per 18 mesi, replicabile dai ministeri direttamente. Su Lsu-lpu parlerò anche col ministro Orlando, con l'ultima legge di bilancio avevamo tentato di risolvere il problema, spero che i loro diritti siano garantiti". Inoltre, il presidente Occhiuto ha anche riferito di aver "convenuto con il ministro alle infrastrutture Giovannini che i lavori dell'Alta velocità abbiano come primo lotto Gioia Tauro. Questo per collegare il porto alla rete ferroviaria nazionale e, se avremo l'alta velocità a nord e un pezzo a sud, così facendo sarà più agevole chiedere la conclusione dell'intero tracciato in tempi brevi. Ritengo necessario anche mettere in campo un grande piano di attrazione degli investimenti attraverso la valorizzazione della Zone Economica speciale, i sindacati hanno lanciato l'ipotesi di chiedere al Governo di far investire società di Stato nazionali su questa importante infrastruttura. Da qui a gennaio dovremo impegnare tutte le risorse disponibili sul Pnrr". (ITALPRESS). dio/pc/red 26-Nov-21 15:51