Conte "Una buona politica non può trascurare la Calabria"

Conte 'Una buona politica non può trascurare la Calabria'
di Italpress

CATANZARO (ITALPRESS) - "L'equità sociale e territoriale a tutti i livelli è il nostro obiettivo primario di una buona politica. Abbiamo per grande parte determinato questa configurazione del PNRR, poi completata dal governo Draghi. Avremo cura che i fondi del Sud non siano impiegati altrove, restino al sud". Lo ha detto il leader politico del Movimento Cinque Stelle, Giuseppe Conte, a Catanzaro a margine di un'iniziativa elettorale a sostegno della candidata alla Presidenza della Regione per il centrosinistra, Amalia Bruni. "Non è la prima, nè sarà l'ultima volta qui - ha continuato - la Calabria per me non è oggetto di un'attenzione estemporanea. Una buona politica non può trascurare la Calabria. Con il Conte 2 , siamo intervenuti con il Decreto e con vari investimenti aggiuntivi, abbiamo al centro un progetto per il miglioramento della qualità dei servizi sanitari. La nuova amministrazione regionale dovrà assumersi la responsabilità, dopo la gestione commissariale, di affrontare la politica sanitaria con mezzi ordinari, quindi stop al commissariamento". Riguardo alle regionali in Calabria, Conte ha aggiunto che "a questo appuntamento, come altrove, noi arriviamo con il Pd con un'intesa che ha dato buoni frutti. Una proposta politica forte e coerente. Se ci sono delle componenti dell'area di centrosinistra andate per conto loro, noi li rispettiamo. Però chi ha gestito Napoli, aggravando ulteriormente il deficit del bilancio e addirittura producendo altri 5 miliardi, francamente non penso stia facendo una proposta di governo credibile e affidabile". Riguardo alla richiesta di sospensione cautelare del nuovo Statuto M5s e della nuova leadership da parte di alcuni attivisti, Conte ha risposto: "Grazie a Dio, abbiamo un sistema giustizia accessibile a tutti, quindi anche agli attivisti del M5S che non sono d'accordo con questa svolta. Se ritengono di segnalare all'autorità giudiziaria una qualche criticità ben vengano, non abbiamo nulla da temere". Sul tema vaccini e green pass, il leader del M5S ha evidenziato: "Abbiamo una posizione chiara, chiarissima, ed è a favore del completamento della campagna vaccinale. I vaccini o ci crediamo o non ci crediamo: noi ci crediamo, uno. I vaccini ci salvano, salvano le vite, e allora dobbiamo insistere. Il Green Pass è lo strumento a disposizione, quindi assolutamente appoggiamo la sua diffusione, anzi dico di più, siccome continuiamo a utilizzare gli strumenti di protezione e le regole di protezione, oggi utilizzate anche il Green Pass. Noi non possiamo chiedere le persone di aggiungere alla mascherina il Green Pass e poi rimangono le distanze di prima. E' arrivato il momento che ci riprendiamo le nostre vite e quindi riapriamo cinema, teatri, eventi sportivi e via discorrendo. Anche perché queste attività, diciamolo chiaramente, non ripartono con queste distanze e con queste ridotte capienze". In materia fiscale, Conte ha sottolineato che "il Movimento 5 Stelle ha delle proposte, innanzitutto la rimozione dell'Irap perché noi dobbiamo favorire l'attività di impresa. E qui non si tratta solo di uno sgravio fiscale: l'Irap significa doppia contabilità, una doppia dichiarazione, se la aboliamo noi semplifichiamo la vita agli imprenditori. Piccole e medie imprese in particolare sono il tessuto produttivo del nostro sistema economico. E in più dobbiamo semplificare il fisco, alleggerire il peso soprattutto sul ceto medio, che soffre particolarmente". Infine, interpellato sul reddito di cittadinanza, il leader dei CinqueStelle ha concluso: "C'è stata una pandemia, abbiamo avuto un milione in più di poveri, di persone in povertà assoluta. Il reddito di cittadinanza è un misura di civiltà che tutti gli altri paesi occidentali hanno, noi l'abbiamo introdotta in ritardo. Quindi fare polemiche politiche solo perché è stato il M5S che l'ha voluta e l'ha introdotta, significa veramente essere vigliacchi. Siamo in prima linea per perfezionarne l'applicazione, per migliorarne l'efficacia, ma il reddito di cittadinanza non si tocca, che sia ben chiaro". (ITALPRESS). dio/pc/red 21-Set-21 20:06