Calabria, La cittadella regionale intitolata a Jole Santelli

Calabria, La cittadella regionale intitolata a Jole Santelli
di Italpress

CATANZARO (ITALPRESS) - "Cittadella regionale Jole Santelli". Sarà intitolato così il palazzo presidenziale della Regione. Lo ha deciso oggi la Giunta regionale nella prima riunione dopo la scomparsa del presidente Jole Santelli. Nelle motivazioni della delibera approvata dall'esecutivo viene ribadito «l'altissimo impegno profuso da Jole Santelli in favore della Calabria, manifestando con tenacia e determinazione, in ogni sede istituzionale, la sua inequivocabile volontà di promuovere una nuova immagine della propria terra». «L'amministrazione regionale - è scritto ancora - intende onorare e perpetuare la memoria del suo presidente, prima donna presidente della Regione Calabria, che ha sempre amato e onorato la sua terra impegnandosi con tenacia e coraggio nello svolgimento delle sue funzioni sino al momento più estremo della sua esistenza in vita». La delibera approvata sarà inviata al Consiglio regionale per la relativa presa d'atto. La decisione di trasmettere gli atti all'assemblea legislativa nasce dalla volontà di coinvolgere tutti i gruppi istituzionali presenti. «In termini burocratici direi un atto dovuto, ma in realtà non è così. È qualcosa di più. Pur essendo una delibera di Giunta, è stata fatta con lucido sentimento. Tutta la Giunta - dichiara il presidente facente funzioni Nino Spirlì - sin dai primi istanti di questa tristissima pagina di storia della Calabria, ha deciso di personalizzare su Jole non solo i progetti, non solo i sentimenti, ma proprio questa casa dei calabresi che diventa tale e di Jole che i calabresi li ha amati e li ama». «Da questo momento - prosegue Spirlì - non c'è solo l'ufficio del presidente, ma ogni stanza, ogni salone, ogni scala, sottoscala o ascensore è Jole Santelli. Abbiamo condiviso questa decisione importante con il presidente del Consiglio regionale e con tutti calabresi e con tutti coloro i quali in questi giorni ci hanno affettuosamente inondato di questa richiesta, ma era già una decisione che avevamo assolutamente fatto nostra dai primi istanti. Certo si sentirà una forte mancanza, perché Jole non è qui con noi, ma non si sentirà la mancanza di quella meravigliosa atmosfera, di quell'aria così libera, così amica, così affettuosa, che Jole ha portato dentro la politica, dentro le istituzioni, nel cuore di tutte le case dei calabresi che l'hanno accolta con un amore immenso nei giorni del passaggio da questa terra. Ma ciò è arrivato anche fuori dalla Calabria». (ITALPRESS). pc/com 19-Ott-20 16:10