Tiscali.it
SEGUICI

Beni per 6.5 milioni sequestrati a imprenditore reggino nelle mani della 'Ndrangheta

di Italpress   
Beni per 6.5 milioni sequestrati a imprenditore reggino nelle mani della 'Ndrangheta

REGGIO CALABRIA (ITALPRESS) - I Finanzieri del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria e dello Scico, coordinati dalla locale Procura - Direzione Distrettuale Antimafia, hanno sequestrato beni per un valore di 6,5 milioni di euro riconducibili ad un imprenditore reggino, indicato come punto di riferimento di storiche articolazioni territoriali di 'ndrangheta, avendo assicurato alle cosche la possibilità di ricevere i proventi di appalti pubblici. La figura criminale dell'imprenditore era emersa nell'ambito dell'operazione "Inter Nos", condotta dal Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Reggio Calabria e dallo Scico a contrasto dell'infiltrazione della 'ndrangheta negli appalti pubblici, conclusasi con l'esecuzione di provvedimenti cautelari personali nei confronti di 18 indagati e sequestri per oltre 12 milioni di euro.

L'uomo è stato rinviato a giudizio per i reati, tra gli altri, di associazione di stampo mafioso ed associazione per delinquere finalizzata alla commissione di una serie indeterminata di delitti di corruzione, turbata libertà degli incanti e, più in generale, di delitti contro la pubblica amministrazione. Gli investigatori hanno fatto luce su un rodato e ben strutturato sistema corruttivo che avrebbe consentito all'impresa riconducibile all'imprenditore di svolgere indisturbata il servizio di pulizie, con il supporto della 'ndrangheta. In particolare, l'indagato, insieme ad altri imprenditori, avrebbe realizzato "un pluriennale sistema criminoso ben organizzato e, mediante condotte corruttive con funzionari della pubblica amministrazione - anche questi ultimi coinvolti nel procedimento penale 'Inter Nos' - e turbative d'asta, sarebbe riuscito ad accaparrarsi, per oltre un ventennio, l'appalto pubblico dei servizi di pulizie e sanificazione presso le strutture sanitarie rientranti nella competenza dell'Asp di Reggio Calabria". A tal fine, sarebbe stata costituita una cassa comune nella quale ciascun imprenditore avrebbe versato, in ragione della propria forza economica, il proprio contributo destinato a corrompere i pubblici funzionari e pagare le famiglie di 'ndrangheta. Il provvedimento di sequestro ha riguardato l'intero compendio aziendale di 2 imprese attive prevalentemente nei settori della pulizia generale di edifici e della compravendita, amministrazione, valorizzazione e locazione di beni immobili, quote di partecipazione in una società di capitali, quattro immobili, un'auto, oltre a rapporti bancari, finanziari, assicurativi e relative disponibilità, per un valore complessivamente stimato in circa 6,5 milioni di euro. - foto ufficio stampa Guardia di finanza - (ITALPRESS). vbo/com 06-Giu-24 10:13 .

di Italpress   
I più recenti
Oltre 88 milioni per il Piano di supporto alle fragilità in Calabria
Oltre 88 milioni per il Piano di supporto alle fragilità in Calabria
Geologo ucciso nel 1993 in Calabria, due condanne
Geologo ucciso nel 1993 in Calabria, due condanne
PrinciDiamo senso pieno a dimensione inclusiva dello sport in Calabria
PrinciDiamo senso pieno a dimensione inclusiva dello sport in Calabria
Dalla Giunta calabrese via libera al Piano di supporto alle fragilità
Dalla Giunta calabrese via libera al Piano di supporto alle fragilità
Teleborsa
Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...