Tiscali.it
SEGUICI

Bimbo di 11 mesi ingerisce batteria, trasferito da Potenza al Santobono di Napoli: è in terapia intensiva

di Agenzia DIRE   
Bimbo di 11 mesi ingerisce batteria, trasferito da Potenza al Santobono di Napoli: è in terapia...

NAPOLI - Ingerisce una batteria a bottone (disk battery), bimbo di 11 mesi trasportato in urgenza al Santobono da Potenza. Il piccolo, trasferito con eliambulanza, è stato, una volta arrivato a Napoli, immediatamente portato in sala operatoria dove ad attenderlo c’era una équipe composta da chirurghi, anestesisti ed endoscopisti che, con la supervisione del dottor Giovanni Gaglione, direttore della UOC di Chirurgia Pediatrica dell’AORN Santobono-Pausilipon, ha lavorato sinergicamente per diverse ore per rimuovere per via endoscopica la batteria che era incastrata nell’esofago. “Sapevamo di stare facendo una corsa contro il tempo ed è stato un lavoro di squadra. La pila è stata estratta endoscopicamente, ma eravamo pronti a intervenire anche chirurgicamente” racconta il dottore Gaglione.

PERCHÉ È PERICOLOSO INGERIRE UNA BATTERIA“Ingerire una disk battery - spiega - può, infatti, provocare danni seri anche nel giro di poche ore. In sei ore si può verificare anche la perforazione dell’esofago”. “Il rischio principale, a parte il rilascio di sostanze dannose e tossiche - aggiunge - soprattutto per le batterie al litio, è che si generi una corrente elettrica tra la batteria e i fluidi dei tessuti. Questo rilascio di corrente provoca gravi ustioni interne che, se non c’è un rapido intervento medico, può portare a danni permanenti o, nei casi più gravi, addirittura alla morte per emorragie interne. Come nei casi di ustioni, inoltre, i tessuti continuano a danneggiarsi anche per diversi giorni dopo la rimozione del corpo estraneo. È per questo che ancora non possiamo sciogliere la prognosi”.IN CASO DI INGESTIONE ANDARE IMMEDIATAMENTE IN OSPEDALEIl piccolo, al momento, non è più in pericolo di vita, ma è ancora ricoverato in terapia intensiva ed è sotto stretta osservazione.“Gli accessi in pronto soccorso per ingestione di corpi estranei sono molto più frequenti di quello che si immagina. Le batterie, in particolare quelle al litio, sono pericolosissime perché, spesso, vengono scambiate dai più piccoli per caramelle. In caso di ingestione accidentale, è fondamentale andare immediatamente in ospedale, perché la tempestività può essere determinante”, è il commento di Rodolfo Conenna, direttore generale dell’AORN Santobono-Pausilipon.

di Agenzia DIRE   
I più recenti
Latronico 60 anni Centro ricerche Enea importanti per la Basilicata
Latronico 60 anni Centro ricerche Enea importanti per la Basilicata
Autonomia, Bardi Impegno per garantire benefici ai lucani
Autonomia, Bardi Impegno per garantire benefici ai lucani
In Basilicata il 16 settembre al via anno scolastico 2024-2025
In Basilicata il 16 settembre al via anno scolastico 2024-2025
Europee: in Basilicata Meloni la più votata, poi Decaro
Europee: in Basilicata Meloni la più votata, poi Decaro
Teleborsa
Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...