Tiscali.it
SEGUICI

Area Sud della Basilicata Patrimonio Unesco, Maimone "Chiesto a Bardi sostegno"

di Italpress   
Area Sud della Basilicata Patrimonio Unesco, Maimone 'Chiesto a Bardi sostegno'

POTENZA (ITALPRESS) - "Ho ricevuto dal Presidente Franco Muscolino del Gal 'La Cittadella del Sapere', organizzazione costituita da un partenariato pubblico e privato, la quale aderisce al partenariato europeo Elard, in rappresentanza dell'Italia, il sostegno nel richiedere al Presidente dell'Unesco Audrey Azoulay il titolo di Patrimonio Mondiale dell'Umanità per l'Area Sud della Basilicata, che comprende 27 comuni, il Parco Nazionale del Pollino, il Parco Nazionale dell'Appennino Lucano Val d'Agri-Lagonegrese e Maratea". Lo rende noto il giornalista meridionalista Biagio Maimone, originario di Maratea, in Basilicata, e ideatore del sito Progetto di Vita per il Sud - Sudisti Italiani - www.progettodivitasud.it - per il rilancio socio-economico del Mezzogiorno. "La richiesta formale, in fase di stesura - aggiunge -, sarà formulata dal sottoscritto e dal Gal, rappresentato dal Presidente Franco Muscolino e dal Direttore Nicola Timpone. Come più volte ho sottolineato, ritengo che il suddetto territorio possegga tutte le caratteristiche di carattere ambientale, paesaggistico, culturale e storico per essere destinatario del titolo di Patrimonio Mondiale dell'Umanità. L'Area Sud della Basilicata, ricca d'acqua, come si può osservare, preserva la natura incontaminata, dando vita ad un' economia Green. Si tratta di un territorio che si distingue per la purezza delle acque del mare, dei suoi laghi e dei suoi fiumi ed, inoltre, per le sue sempreverdi valli, colline, montagne ed alberi secolari, che le stagioni lasciano immutati nel loro primigenio splendore e nei loro smaglianti colori".

"Ritengo - sottolinea Biagio Maimone - che vi siano i presupposti ineludibili per ottenere il titolo richiesto, che noi siamo convinti meriti per l'amore che ogni abitante e coloro che amministrano il territorio nutrono per la natura, adottando buone prassi ed azioni tese a preservare il suo valore 'green'. E' un territorio del Sud Italia che mostra un volto assolutamente nuovo, la cui 'industria' è rappresentata da persone le quali si adoperano per la tutela dell'ambiente, che è un valore antico tramandato di generazione in generazione, sicché si può affermare, senza timore di essere smentiti, che la storia di questo territorio si fonda su un valore primario, mai tradito nel corso dei secoli, rappresentato dalla cura e dall'affetto nei confronti della natura, delle verdi valli e montagne, dalle cui viscere sgorgano piccole fonti incontaminate che creano ruscelli allegri e borbottanti, i quali rimandano alle immagini di un regno incantato, avvolto dalla sua fulgida e primigenia bellezza". "Ho chiesto al Presidente della Regione Basilicata Vito Bardi - aggiunge - di sostenere la nostra istanza affinchè essa sia ancor più vigorosa, dimodochè il valore che la Basilicata esprime venga posto in maggior risalto, considerata la premura con cui essa si prende cura del bene primario per i suoi abitanti, che si manifesta nel rispetto dell'ambiente e, nel contempo, del creato. La Basilicata rappresenta il modello antesignano di una nuova economia, che pone al centro l'amore per la natura nelle sue molteplici dimensioni. Si tratta di un modello esemplare per le altre regioni italiane. La Basilicata - certezza senz'altro condivisa dal Presidente Vito Bardi - potrà essere non solo l'esempio eccellente, ma anche il motore trainante dell'economia del nostro intero Paese, proprio in quanto modello di un' economia virtuosa e sostenibile e, pertanto, premurosa verso la natura e, nel contempo, verso l'essere umano, che in essa vive traendone benefici salutari e vitali". "E' ben evidente - sottolinea Maimone - come la Basilicata possa costituire un modello encomiabile di green economy, anche relativamente agli obiettivi del PNRR, che si prefigge lo sviluppo socio-economico del Sud Italia alla luce di un modello economico che salvaguardi l'ecosistema, ponendo al centro la difesa della natura e della salute dell'essere umano, nonchè la sua centralità nell'ambito delle politiche finalizzate allo sviluppo dei territori. Parte dei fondi del Recovery Fund in Basilicata dovrebbero essere utilizzati per creare strade, infrastrutture, collegamenti, al fine di renderla facilmente accessibile e poter incentivare quel turismo, certamente da valorizzare, che apprezza la natura ed i paesaggi incontaminati, che appartengono alla Basilicata, la cui bellezza è sconosciuta agli amanti della natura, considerato, altresì, il deterioramento dell'ecosistema, che sembra non sfiorare questo angolo dell'universo, ancora non sfiorato dai danni dell'inquinamento e dal rapporto selvaggio con la natura. Bisogna investire per far vivere una nuova forma di turismo, oggi di natura vitale, tale in quanto meta che consente di godere della purezza delle acque, della natura, delle vallate, degli alberi sempre verdi, che sono 'strumenti naturali', 'green', per rigenerare il corpo e lo spirito in un universo sempre più inquinato e, perciò, ammalato. Occorre far scoprire agli italiani e ai turisti del mondo intero la Basilicata, che, per le sue doti naturali ed ambientali, si distingue da ogni altra Regione italiana". foto ufficio stampa Maimone, da sinistra Biagio Maimone e Nicola Timpone (ITALPRESS). vbo/com 07-Apr-23 10:36 .

di Italpress   
I più recenti
La proclamazione degli eletti in Basilicata, presente anche il Presidente Bardi
La proclamazione degli eletti in Basilicata, presente anche il Presidente Bardi
Basilicata, Vito Bardi proclamato presidente della Giunta
Basilicata, Vito Bardi proclamato presidente della Giunta
Riconoscimento internazionale per la chirurgia Toracica del San Carlo di Potenza
Riconoscimento internazionale per la chirurgia Toracica del San Carlo di Potenza
Trecento nuove imprese di giovani lucani, ok a graduatoria bando Csr
Trecento nuove imprese di giovani lucani, ok a graduatoria bando Csr
Teleborsa
Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...