Arte: è morto Luciano Ventrone, per Federico Zeri era 'il Caravaggio del XX secolo' (2)

di Adnkronos

(Adnkronos) - Luciano Ventrone ha esposto nei più importanti musei e gallerie internazionali, da Roma a Londra, da Montréal a Singapore, da New York a Mosca, da Tokyo a San Pietroburgo. Da pochi giorni si è conclusa la sua ultima personale "Luciano Ventrone. La grande illusione", al Mart-Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto. Appena l'emergenza sanitaria in atto lo avesse consentito, sarebbe stata inaugurata la sua mostra "Luciano Ventrone. Il pittore dell'iperbole", a cura di Vittorio Sgarbi, presso le sale del Castellare di Palazzo Ducale a Urbino. Federico Zeri commentò così le "nature morte" di Ventrone: "Descritti con lucidità persino esasperata, i suoi vegetali sono definiti da una luce sapientemente violenta, che non è di un sole di agosto, ma piuttosto quella dei teatri di posa dove viene realizzata l’immagine cinematografica. Le sue nature morte ci vengono proposte come attimi immobili di una vicenda che sta tra un antecedente e un futuro, come istanti, sospesi e incandescenti, di una realtà oggettiva definita, sino a esserne divorata, da una luce implacabile, quasi siderica, contro fondi scuri di evocazione astrale o lunare da satellite o pianeta. La pittura di Luciano Ventrone è una continua scoperta ottica, un’incessante recupero della realtà oggettiva, che riemerge dopo l’alluvione di forme astratte, cerebrali ligogrifi, di 'grumi materici' e di scritture gestuali".