Chi è Vito Bardi, l'ex generale della Finanza con 4 lauree e tifoso del Napoli

In passato per due volte è stato indagato sempre dal pm Henry John Woodcock, nel 2011 con l’accusa di favoreggiamento e rivelazione di segreto e nel 2014 con quella di corruzione, con la sua posizione che è stata poi archiviata in entrambi i casi.

Chi è Vito Bardi, l'ex generale della Finanza con 4 lauree e tifoso del Napoli
TiscaliNews

Nato a Potenza nel 1951, Vito Bardi è entrato in politica "dalla porta principale", designato a guidare lo schieramento di centrodestra per conquistare la Regione Basilicata dal leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi.

Ex generale della Guardia di Finanza, Bardi ha quattro lauree (Economia e commercio, Giurisprudenza, Scienze internazionali e diplomatiche e Scienze della sicurezza economica e finanziaria) e, durante la sua carriera nelle fiamme gialle, ha ottenuto decine di riconoscimenti

Nella Guardia di Finanza la carriera di Bardi è stata più che brillante. Nominato Tenente già nel 1974, dopo aver conseguito i gradi di Capitano nel 1979, Maggiore nel 1986 e di Colonnello nel 1995, diventa Generale nel 2005 e poi Comandante nel 2013 mentre adesso è in pensione.

In passato per due volte è stato indagato sempre dal pm Henry John Woodcock, nel 2011 con l’accusa di favoreggiamento e rivelazione di segreto e nel 2014 con quella di corruzione, con la sua posizione che è stata poi archiviata in entrambi i casi.

Sposato da oltre 35 anni, ha due figli ormai adulti: "Ho servito lo Stato con passione e determinazione, mettendomi al servizio della collettività, senza mai risparmiarmi". Infatti, uno degli slogan scelti è chiaro: "Presente". Ha una "grande passione" per il calcio: "Le uniche pause me le concedo quando gioca il mio Napoli".