Tiscali.it
SEGUICI

'Una targa nel luogo dove morì Gramsci', appello degli studiosi

di Ansa   
'Una targa nel luogo dove morì Gramsci', appello degli studiosi

(ANSA) - ROMA, 10 DIC - Ricordare in maniera visibile il luogo della morte di Antonio Gramsci: è l'appello di alcun studiosi che chiedono che sia apposta una targa nella clinica Quisisana di Roma dove l'intellettuale, tra i fondatori del Pci e strenuo antifascista, morì il 27 aprile del 1937. In quel luogo Gramsci, detenuto dal regime, trascorse gli ultimi due anni circa della sua vita perché afflitto da una grave malattia. La proprietà della Quisisana, diventata negli anni Ottanta una struttura sanitaria privata, secondo i promotori dell'iniziativa ha fin qui negato ogni possibilità.

"La nostra richiesta - si legge nell'appello - farebbe onore alla clinica, vista peraltro la gloria postuma di cui gode Gramsci a livello mondiale, e che contribuisce a fare dell'Italia un centro di prima grandezza del pensiero politico moderno. Anche per questo va combattuta la tendenza a emarginare quando non a cancellare le culture e le origini antifasciste della Repubblica. Facciamo dunque appello alle istituzioni competenti e alle persone "non indifferenti" di sottolineare con il loro intervento, o con la loro firma, la protesta contro la scelta della clinica di negare un ricordo degli ultimi dolorosi giorni di Antonio Gramsci". L'appello, pubblicato anche sul sito del quotidiano Il Manifesto all'indirizzo https://ilmanifesto.it/una-targa-per-ricordare-dove-mori-gramsci , ha finora registrato circa 1.300 adesioni. (ANSA). .

di Ansa   

I più recenti

Affluenza definitiva in Sardegna al 52,4%, cala rispetto al 2019
Affluenza definitiva in Sardegna al 52,4%, cala rispetto al 2019
Seggi chiusi alle 22 per le regionali in Sardegna
Seggi chiusi alle 22 per le regionali in Sardegna
Un anno da Cutro, la marcia per la verità e la giustizia sulla strage
Un anno da Cutro, la marcia per la verità e la giustizia sulla strage

Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Carlo Di Cicco

Giornalista e scrittore, è stato vice direttore dell'Osservatore Romano sino al...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...