Tiscali.it
SEGUICI

Dalla doppia preferenza di genere al voto disgiunto: la guida alle Regionali in Sardegna

I seggi saranno aperti dalle 6:30 del mattino fino alle 22 di domenica 25 febbraio. Necessario un documento d'identità valido e la tessera elettorale

TiscaliNews   

Conto alla rovescia per il voto in Sardegna. La scheda in fac simile (sopra) illustra i 4 schieramenti in corsa per l'elezione del nuovo presidnete della Regione e del Consiglio Regionale. Quattro i candidati governatori: Lucia Chessa (lista unica), Renato Soru (5 liste), Alessandra Todde (10 liste) e Paolo Truzzu (9 liste). 

I seggi saranno aperti dalle 6:30 del mattino fino alle 22 di domenica 25 febbraio. Per poter esercitare il diritto di voto sarà necessario presentarsi al seggio con un documento di identità valido e con la tessera elettorale che potrà essere richiesta negli appositi uffici elettorali del comune di residenza.

Come si vota

Si vota scrivendo il cognome (anche il nome in caso di omonimia) del candidato o della candidata a fianco al simbolo della lista. Nella scheda sarà possibile esprimere una doppia preferenza  di genere. Che significa che se si volesse dare la preferenza a una candidata si potrebbe esprimerne una anche per un uomo in lista o viceversa. 

La preferenza al candidato e/o alla candidata darà automaticamente il voto anche all'aspirante presidente a cui la lista è collegata. La particolarità della legge elettorale sarda è che è possibile esercitare anche il voto disgiunto, ovvero candidato o candidata e goveratore non collegati tra loro. Il voto sarà valido anche solo con una croce sul simbolo di una lista e/o di un candidato presidente. In quest'ultimo caso il voto non si estende alla lista circoscrizionale.

 

Come vengono distribuiti i seggi

Secondo la legge elettorale sarda, la cui ultima modifica risale al 2013, diventa governatore chi ottiene anche un voto in più rispetto al secondo. Il premio di maggioranza varia a seconda della percentuale di voti ottenuta: se si ottiene tra il 25 e il 40% dei voti utili, verrà assegnato il 55%, mentre se il vincitore va oltre il 40% il premio sarà del 60 per cento dei seggi in Consiglio, che in totale sono 60. Se la lista vincitrice non dovesse andare oltre il 25% non è previsto nessun premio di maggioranza. E' prevista una soglia di sbarramento del 10% per le coalizioni e del 5% per le liste uniche. 

La Sardegna è divisa in otto circoscrizioni a cui è attribuito un numero preciso di seggi. Eccoli: Cagliari (20), Sassari (12), Nuoro (6), Olbia-Tempio (6), Oristano (6), Carbonia-Iglesias (4), Medio Campidano (3), Ogliastra (2). Il seggio numero 60 viene attribuito allo schieramento arrivato secondo. Il candidato presidente arrivato terzo non viene comunque eletto, mentre la sua lista o lo schieramento a egli collegati dovranno raggiungere la soglia di sbarramento. 

 

TiscaliNews   

I più recenti

Europee, Calenda: Meloni vuole disgregare Ue, Tajani cosa vol fare?
Europee, Calenda: Meloni vuole disgregare Ue, Tajani cosa vol fare?
Salute, nasce l'Intergruppo parlamentare Stili di vita
Salute, nasce l'Intergruppo parlamentare Stili di vita
Autonomia, maggioranza battuta, caos in commissione: Voto va ripetuto
Autonomia, maggioranza battuta, caos in commissione: Voto va ripetuto

Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Carlo Di Cicco

Giornalista e scrittore, è stato vice direttore dell'Osservatore Romano sino al...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...