"Se n'è andata una grande combattente": il cordoglio della politica per la morte di Jole Santelli

Da Berlusconi al premier Conte, sono tanti i messaggi di cordoglio inviati alla famiglia della governatrice della Calabria scomparsa improvvisamente a 51 anni

'Se n'è andata una grande combattente': il cordoglio della politica per la morte di Jole Santelli
TiscaliNews

"Non ci sono parole per descrivere il nostro stato d'animo. Se ne è andata una grande donna, una grande amica, una collega preziosa, un punto di riferimento importante per Forza Italia, una figura che ha lavorato tutta la vita per la Calabria e per il Mezzogiorno del nostro Paese, la prima presidente donna della sua Regione, una combattente. Siamo increduli, costernati. La nostra comunità si stringe alla famiglia e a tutti i cittadini calabresi. Il gruppo Forza Italia Camera esprime sincero cordoglio. Ciao Jole, mancherai", scrive in una nota Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, in seguito alla scomparsa di Jole Santelli, presidente della Calabria morta a 51 anni per un malore seguito a una lunga malattia.

"Una perdita dolorosa! La scomparsa di Jole Santelli è una ferita profonda per la Calabria e per le Istituzioni tutte - ha twittato il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte -. Il mio pensiero commosso e le più sentite condoglianze ai suoi familiari", ha scritto il premier. Mentre è davvero appassionato il ricordo che fa della governatrice il fondatore e leader di Forza Italia Silvio Berlusconi

"Nessuna parola è adeguata"

"Con profonda costernazione apprendo la tragica notizia della prematura scomparsa di Jole Santelli - ha scritto l'ex premier, che ancora non si è completamente rimesso dal Covid - Nessuna parola è adeguata ad esprimere il mio dolore e quello di tutti noi di Forza Italia. Jole lascia davvero un vuoto incolmabile nelle nostre anime". E continua: "Era un'amica sincera, intelligente, leale, era una donna appassionata, una combattente tenace. Mi è stata vicina anche nei momenti più difficili. Non aveva paura di nulla, neppure della malattia e della sofferenza. Come pochi altri - prosegue Berlusconi - aveva saputo mettere nell'impegno politico generosità, intelligenza, cultura, aveva affrontato senza esitare sfide difficili in Parlamento, al Governo, in Forza Italia, fino all'ultima bella battaglia che l'aveva portata alla Presidenza della sua Regione".

Commozione anche nelle parole di Mara Carfagna. "Sono vicina alla famiglia di Jole Santelli, una collega, un'amica, prematuramente scomparsa questa notte - scrive la deputata -. Quello per la sua perdita è un dolore che ci accomuna tutti. La dedizione, il coraggio, l'amore per la sua terra, l'avevano portata ad essere la prima donna presidente della Regione Calabria. Mancherà ai suoi cari, mancherà a tutti noi, ma soprattutto mancherà a tutti i calabresi. Addio Jole", ha scritto la vicepresidente della Camera e deputata compagna di partito della governatrice. 

Il cordoglio di Forza Italia è accorato e tutti i leader hanno speso parole di stima per la presidente della CAlabria, prima donna a doventare governatrice in una regione del Sud, e cordoglio per la famiglia. "Scompare una persona che per me era una figlia - scrive il senatore Renato Schifani -. Ha mosso i suoi primi passi nel nostro gruppo al Senato all'interno dell'ufficio legislativo che dirigevo. La avevo reclutata perché era brillante, preparata, coraggiosa e garantista. Da quella esperienza, il suo passo in politica è stato naturale e quasi dovuto. Con Jole il partito perde un pezzo pregiato, io perdo un pezzo di me stesso. Un grande bacio, grande donna", ha detto l'ex Presidente del Senato.

"Ho appreso con grandissimo dolore la notizia della prematura scomparsa della presidente Jole Santelli. In questo periodo di intenso impegno al vertice della Regione Calabria, la presidente Santelli ha rappresentato un costante punto di riferimento per tutte le istituzioni dello Stato. Voglio rappresentare alla sua famiglia, al Presidente di Forza Italia e alle istituzioni regionali e locali calabresi le mie condoglianze unite a quelle di tutte le componenti dell'Amministrazione dell'Interno", ha dichiarato la ministra dell'Interno, Luciana Lamorgese.

"Andarsene a soli 51 anni, dopo aver lavorato per la tua gente, con il sorriso, fino a poche ore fa. La Calabria e l'Italia ti abbracciano Jole, una preghiera per te e un pensiero alla tua famiglia, ai tuoi amici e a tutta la tua comunità. Buon viaggio cara Jole", è il pensiero che il leader della Lega, Matteo Salvini, ha affidato ai social.

"Siamo sconvolti dalla notizia della scomparsa improvvisa della presidente della Regione Calabria, Jole Santelli - dice Giorgia Meloni segretaria nazionale di Fratelli d'Italia -. Ci lascia un'amica, una donna coraggiosa, una politica fiera e orgogliosa delle sue idee, che ha combattuto tutta la vita per la sua terra e per offrire una occasione di riscatto alla Calabria. Da parte mia e di tutta Fratelli d'Italia voglio esprimere il più profondo cordoglio e vicinanza alla sua famiglia e ai suoi cari. Addio Jole, ci mancherai", ha detto.

"Una notizia che sconvolge tutti. La morte di Jole Santelli, eletta meno di un anno fa presidente della Regione Calabria, ci rattrista profondamente - ha detto invece il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio -. La mia vicinanza alla sua famiglia, ai suoi cari, a chi l'ha sempre amata e la amerà per sempre", dice attraverso Twitter.

"Sono sconvolto dalla scomparsa di Jole, cara amica e rappresentante straordinaria e appassionata del sud. Ci siamo confrontati anche con determinazione ma senza far mancare mai il rispetto reciproco. Non posso credere di non poterla piu vedere al nostro tavolo. È una perdita incolmabile per la Calabria, per il mezzogiorno e per l'Italia intera", è il pensiero del ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, che in questi giorni di pandemia e decreti molto ha avuto a che fare con i governatori delle regioni.