Il Salvini tradito finito sul giornale di Berlusconi e le battute del Cavaliere. I cattivi pensieri del popolo leghista con i precedenti di Fini e Marrazzo

"Chi", settimanale ad alta tiratura diretto da Alfonso Signorini, è il giornale che viene chiamato negli ambienti di Arcore "la risorsa"

Dicono i bene informati che mercoledì 12 il giorno stesso che il settimanale Chi ha lanciato in copertina lo scoop dell'estate - ossia il bacio "traditore" fra la conduttrice tv Elisa Isoardi e l'avvocato Matteo Placidi - Silvio Berlusconi avrebbe usato parole forti verso il fidanzato ufficiale della signora, il leader della Lega Matteo Salvini. A tavola con Gianni Letta e Licia Ronzulli, il Cavaliere sgranocchiando un riso Venere innaffiato da acqua minerale, avrebbe addirittura definito Salvini un "povero Cristo" che si sarebbe trovato ad avere a che fare con una brutta storia di tradimento. Nessuno può confermare d'aver sentito Silvio Berlusconi pronunciare quelle parole anche se gli ospiti presenti al pranzo romano spiegano, diplomaticamente, che chiunque, avendo sottomano il magazine diretto da Alfonso Signorini con quel bacio appassionato diluito in tutte le salse lungo 5 pagine di servizio, avrebbe pensato o detto le stesse cose. "Non ci credo che Silvio ha detto questa roba, certo potrebbe essere nervoso con me per altri motivi, ma arrivare a tanto, no. Berlusconi, per come lo conosco io, è una persona perbene". Sapete chi ha pronunciato la difesa d'ufficio del Cavaliere proprietario del giornale che, scusate il francesismo, lo ha "svergognato" facendo esplodere il popolo del web al grido "lasciala, la Isoardi non ti merita"?

La copertina di Chi sarebbe stata una "vendetta" politica

Ebbene, come Tiscali.it è  in grado di rivelare in esclusiva, a smentire la tesi assai in voga nelle scorse ore - cioè che la copertina di Chi sarebbe stata una "vendetta" politica di una certa parte di Forza Italia contro il crescente consenso della Lega - è stato lo stesso Salvini. Il leader della Lega è apparso nella girandola dei comizi che lo hanno visto protagonista nelle ultime 48 ore - da Ladispoli a Todi fino all'hinterland milanese- molto tranquillo. Troppo, per un uomo innamorato che appena 3 settimane fa si é fatto immortalare con la bellissima compagna Elisa al concertone di Vasco Rossi al Modena Park. Facciamo allora chiarezza raccontandovi ciò che sappiamo. Intanto, le foto non sarebbero recentissime ma risalirebbero al periodo (tardissima primavera) in cui il vulcanico Salvini era stato paparazzato in pista al Papeete Beach della Coast romagnola insieme ad una misteriosa bionda. Amica occasionale la tipa che ballava con Matteo in discoteca, amico a cui concedere un'effusione vivace, il Matteo 2 incontrato dalla Isoardi ad Ibiza. Come dire, zero a zero, palla al centro.

Salvini: "Non c'è nulla da dire"

Raggiunto telefonicamente da noi, il numero uno della Lega nega qualsiasi commento sulla vicenda. "Grazie, ma non c'è nulla da dire" precisa. Ai collaboratori che lo hanno seguito nel tour di comizi, invece, Salvini ha spiegato che, non essendoci nulla di grave, l'atteggiamento migliore da adottare per smorzare gli inutili pettegolezzi è appunto il silenzio-stampa. Pragmatico, Matteo 1, avrebbe già chiarito ogni cosa con la sua splendida fidanzata scegliendo di comune accordo con lei di far passare la buriana per cancellare ogni traccia della tempesta mediatica (costruita ad arte o meno). "Anche se siete incavolati" avrebbe detto ieri sera dopo il comizio ai militanti leghisti che lo seguono dovunque "non vale la pena regalare il vostro tempo alla rabbia. I giorni sono troppo brevi, godetevi il buono ed il vero quando li avete fra le mani". Oltre la pacatezza del Salvini, peró, fioriscono leggende metropolitane difficili da smentire soprattutto perché trovano fondamento in vicende o personaggi che sono appena passati alla storia del magazine mondadoriano.

Chi viene chiamato negli ambienti di Arcore "la risorsa"

Chi, settimanale ad alta tiratura diretto da quella volpe di Alfonso Signorini, è il giornale che in gergo viene chiamato negli ambienti di Arcore "la risorsa". Berlusconi disse una sera a cena che l'archivio di "Alfo" (così lo chiama affettuosamente la figlia del Capo, Marina) era pari a quello del tabloid inglese The Sun che avrebbe foto destinate a far tremare ancora adesso la Regina Elisabetta & Buckingham Palace al gran completo. Battute divertenti, anche perché la "risorsa" come ha confidato in un salotto l'amministratore delegato Ernesto Mauri si riferisce ai profitti che il settimanale produce. Secondo Mauri, Signorini non é solo bravo a dirigere "Chi" ma avrebbe dato anche l'idea del nuovo magazine "Spy" affidato a Massimo Borgnis che sta sbancando, dopo pochi numeri, in edicola. I maligni non sono convinti di questa ipotesi. Dicono: fateci caso, quando Gianfranco Fini lasciò la moglie Daniela Di Sotto per vivere l'amore con Elisabetta Tulliani, nessuna foto venne fuori finché l'ex presidente della Camera ruppe ufficialmente con il Cavaliere. Durante il periodo bello fra i due, solo servizi posati dedicati ad esaltare il senso di Fini per la famiglia (la nuova, ovviamente non la prima composta da lui, Daniela & dalla primogenita Giuliana), estrema delicatezza anche nel trattare la news della nascita della seconda figlia (la prima avuta dalla Tulliani): l'incarico fu affidato a Renata Polverini che fu la sola ad aver accesso alla clinica dove erano ricoverate la partoriente con la neonata. Dopo la frattura con il Cavaliere, è stata tutta un'altra storia. Così come successe nell'autunno del 2009 con l'ex governatore della Regione Lazio Piero Marrazzo che fu coinvolto in una triste storia di trans & cocaina. Le foto - prima ancora che fossero pubblicate- finirono sul tavolo del direttore di Chi. L'uso politico del giornale non è   tuttavia dimostrato.

I leghisti: "Vogliono screditare Matteo perché il Cavaliere ha paura"

Personalmente poi non ci credo, anche perché avendo lavorato con Signorini conosco la sua deontologia professionale più limpida di quanto possano dire i nemici, i maligni o semplicemente i "rosiconi" invidiosi del travolgente successo di Alfonso. Chi crede invece fermamente senza "se" o senza "ma" alla tesi della vendetta nel caso del presunto tradimento di Elisa Isoardi ai danni di Salvini è il popolo leghista. A margine della manifestazione di ieri, infatti, molti hanno fatto notare che lo scoop destinato a sminuire il loro leader è arrivato dopo che tre autorevolissimi sondaggi hanno evidenziato il "sorpasso" della Lega su Forza Italia. "Vogliono screditare Matteo perché il Cavaliere ha paura di lui" sentenzia Giorgio Benatti, leghista della prima ora, nato proprio a Pontida, patria del partito "Salvini é giovane, sincero, piace agli italiani. Sarebbe un fantastico premier perció va distrutto prima che cresca troppo". Matteo Salvini, ha appena finito il comizio dunque capta le parole pronunciate ad alta voce dall'anziano militante, presta attenzione al tono poi ride divertito. Verosimile, segretario? "L'unica cosa certa sono i dati dei sondaggi, quelli sí. Sono ottimi per noi, al resto, ai complotti, non ci credo". La verità spesso, secondo Salvini, é più semplice, quasi banale.  Eccolo allora il leader mentre stringe mani, riceve baci, complimenti, incoraggiamenti dai "suoi" che lo vogliono davvero - presto - premier. Che succederà domani, nessuno lo può sapere con certezza, ma chi conosce Elisa, giura che la splendida luna "postata" da Salvini sul suo straseguito profilo social sia dedicata proprio a lei. Se i due si amavano al concerto di Vasco - entrambi si sono commossi ascoltando le canzoni del cuore come Albachiara o Come le favole- come potrebbero aver smesso di amarsi "soltanto" venti giorni dopo?