Regionali: Zaia e Toti alla grande in Veneto e Liguria, incerta la situazione in Toscana e Puglia. I sondaggi

In alcune regioni favoritissimi i governatori uscenti, in altre si preannuncia un testa a testa tra centrosinistra e centrodestra. In Campania sembra prevalere De Luca, nelle Marche il “meloniano” Acquaroli

Zaia (Veneto) e Toti (Liguria) - (Foto Ansa)
Zaia (Veneto) e Toti (Liguria) - (Foto Ansa)
TiscaliNews

Quali saranno i risultati delle elezioni regionali del 20-21 settembre? Chi vincerà e chi perderà? A leggere Repubblica, che fa riferimento agli ultimi sondaggi pubblicati, Giovanni Toti e Luca Zaia dovrebbero sfondare in Liguria e Veneto, mentre apparirebbe più intricata la situazione in Toscana e Puglia per il delinearsi di un testa a testa tra Pd e centrodestra. Una situazione che promette di essere una costante, con il M5S fuori gioco.

Veneto

Stando alla Noto Sondaggi, in Veneto l'uscente Zaia non avrebbe problemi, visto che il suo consenso varierebbe tra il 71 e il 75%. Il candidato del centrosinistra Arturo Lorenzoni oscillerebbe invece tra il 18-22%. Seguirebbe in terza posizione Enrico Cappelletti (M5s) annoverato tra il 2 e il 6%.

Liguria

Stesso discorso in sostanza per Toti in Liguria. Il sondaggio citato da Repubblica lo piazza tra il 54 e il 58% dei consensi, mentre Ferruccio Sansa, candidato Pd-M5s, non andrebbe oltre il 37-41%.

Campania

In Campania Vincenzo De Luca viene dato al 46-50%, mentre l’avversario Stefano Caldoro (centrodestra) si troverebbe tra il 34-38%.

Vincenzo De Luca (Ansa)

Toscana

In Toscana Eugenio Giani, del centrosinistra, sarebbe inquadrabile tra il 42-46%. La sfidante Susanna Ceccardi (centrodestra) tra il 39-43%. Irene Galletti, cinquestelle, viene data da Youtrend invece all'8,3%, un dato poco rassicurante proprio per Giani. Ma tutto si giocherà, secondo gli esperti, nelle ultime due settimane.

Marche

Il sondaggio di Noto indicherebbe poi che nelle Marche Francesco Acquaroli del centrodestra si troverebbe tra  il 47-51%, mentre Maurizio Mangialardi (centrosinistra) si attesterebbe tra il 35-39%.

Puglia, Emiliano e Fitto (Ansa)

 

Puglia

In Puglia sarebbe invece il candidato del centrodestra, Raffaele Fitto, a godere del favore del pronostico con il 39-43%. Il governatore uscente Emiliano infatti sarebbe tra il 36 e il 40%.

Emiliano insomma si troverebbe davanti una strada impervia. Per il sondaggista Roberto D'Alimonte, il candidato di centrodestra (39,6%) è sostenuto da una coalizione compatta, ma il governatore uscente recupera (38,2%) grazie a 14 liste acchiappavoti. Comunque "per Emiliano – si legge ancora su Repubblica - è una corsa in salita. A differenza di altri governatori uscenti che si sono ricandidati".