Due molliche di pane per spiegare il debito di Roma. Raggi a Salvini: "Hai capito"

Con un video postato sulla sua pagina Facebook, la prima cittadina risponde al ministro dell'Interno. "Non facciamo sborsare un euro in più allo Stato e alle altre amministrazioni per il vecchio debito di Roma"

dida:
TiscaliNews

Il debito di Roma è "come avere in mano due pezzi di pane". La sindaca Virginia Raggi spiega al ministro dell'Interno Matteo Salvini, che da giorni ha preso di mira l'amministrazione capitolina pentastellata, come funziona il debito della Capitale. E lo fa attraverso un video postato sul suo profilo Facebook. "Chiariamolo ancora una volta. Non facciamo sborsare un euro in più allo Stato e alle altre amministrazioni per il vecchio debito di Roma - dice la sindaca -. Anzi facciamo risparmiare agli italiani e ai romani 2,5 miliardi di euro, tagliando i folli tassi di interesse delle banche su quei 13 miliardi di debito che hanno fatto le precedenti amministrazioni di Roma", aggiunge.  

Il debito è sceso

"Da quando ci siamo noi, il debito è addirittura sceso perché noi teniamo i conti in ordine e non ne facciamo altro - continua -. Noi riduciamo i debiti fatti dagli altri e alleggeriamo le tasse ai cittadini". Poi Raggi fa un riferimento agli abbattimenti delle case del clan mafioso dei Casamonica. "A Salvini voglio dire che ho le spalle larghe e non mi spavento facilmente. Io le villette dei clan mafiosi le ho abbattute, dopo decenni di silenzio delle precedenti giunte: otto case del clan Casamonica buttate giù dalla ruspa", afferma decisa.