Quirinale 2022, la lunga serie dei voti particolari: da Alberto Angela ad Amadeus, da Zoff a Lotito

Tra i nomi votati tra le schede bianche anche quelli di Bossi, Cappato e Cartabia, Draghi, Casellati, Craxi e Berlusconi, ma anche di Razzi e Alfonso Signorini

Molti i voti particolari: da Lotito a Vespa, da Amadeus a Corona (Ansa)
Molti i voti particolari: da Lotito a Vespa, da Amadeus a Corona (Ansa)
TiscaliNews

Voto per il Quirinale, Elisabetta Belloni, capo del Dis (due volte), Alberto Angela (due volte), Antonio Tajani, Umberto Bossi, Paolo Maddalena, i deputati Antonio Tasso ed Ettore Rosato, Pierluigi Bersani e Antonio Martino sono i primi nomi - scrive Adnkronos - votati per il Presidente della Repubblica che interrompono l'elenco di schede bianche. Voti anche per Amedeo Sebastiani Amadeus e Bruno Vespa tra i nomi letti dal presidente della Camera, Roberto Fico, durante lo spoglio. Un voto anche per Craxi, senza specificare il nome di battesimo, poi due per il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e per Francesco Rutelli. Esce anche il nome della ministra della Giustizia, Marta Cartabia e, per due volte, anche quello di Marco Cappato, impegnato nelle battaglie a favore dell'eutanasia.

Ma ci sono anche Lotito e Signorini

A interrompere il lungo elenco di schede bianche anche il nome del Presidente del Senato, Elisabetta Casellati, e quello del presidente della Lazio Claudio Lotito. E spuntano anche i nomi di Silvio Berlusconi e Mario Draghi. Un voto anche il direttore di 'Chi' e conduttore del 'Grande fratello', Alfonso Signorini; per lo storico Alessandro Barbero e per il conduttore de 'La zanzara', Giuseppe Cruciani. E ancora: due voti anche per il sottosegretario all'Editoria, Giuseppe Moles, uno per lo scrittore Mauro Corona, ospite della trasmissione 'Cartabianca' di Bianca Berlinguer, e il giornalista Claudio Sabelli Fioretti. Arriva anche il voto per Pier Ferdinando Casini. Votata anche la senatrice a vita Liliana Segre. Un voto anche per il conduttore di 'Un giorno da pecora', Giorgio Lauro, e per Antonio Razzi, uno dei primi 'Responsabili', decisivi per mantenere in vita il Governo di Silvio Berlusconi nel 2010.

E poi Gratteri, Borsellino e Zoff

Voti anche per Mario Segni e Giuseppe Cossiga, figli dei Capi dello Stato Antonio e Francesco. Dopo Francesco Rutelli, anche un altro ex sindaco di Roma viene votato nel primo scrutinio: Walter Veltroni. Voti anche per l'ex magistrato Carlo Nordio, indicato oggi da Fratelli d'Italia come possibile candidato per il Quirinale, e per l'ex presidente del Consiglio e leader M5S, Giuseppe Conte. Arriva un voto anche per un altro papabile per il Quirinale, Giuliano Amato. Voto anche per il magistrato Nicola Gratteri e per Salvatore Borsellino, fratello di Paolo. Votati anche il giudice emerito della Corte costituzionale, Sabino Cassese, e per il portiere della Nazionale campione del mondo di calcio nel 1982, Dino Zoff, che compirà ottanta anni il prossimo 28 febbraio.