Provenzano: al Pd serve un segretario non un traghettatore

Provenzano: al Pd serve un segretario non un traghettatore
di Askanews

Roma, 6 mar. (askanews) - "Capisco l'amarezza del segretario e gli esprimo solidarietà. Ma voglio dire che il Pd è molto meglio di com'è apparso in questi giorni. C'è una comunità democratica che merita un sussulto di dignità e responsabilità. Basta con l'ipocrisia degli appelli unanimi, ma tardivi, al ripensamento. La verità è che dopo questo gesto non si può far finta di nulla, tornare a come eravamo". Così l'ex ministro per il Sud e la coesione territoriale nel governo Conte II, Giuseppe Provenzano, ha commentato in una intervista a Repubblica le dimissioni di Nicola Zingaretti da segretario del Pd.L'esponente dem spiega di aver chiesto al leader uscente di restare "perché solo due anni fa alle primarie oltre un milione e mezzo di persone hanno chiesto al Pd di cambiare radicalmente, con Zingaretti. Nel frattempo ci sono state le elezioni, due governi, la pandemia e la crisi. Non è stato possibile farlo. Sono stati commessi errori, anche, ma quel mandato ora è ancora più attuale".A giudizio Di Provenzano "serve un segretario, non un traghettatore. Non possiamo vivacchiare mentre tutto il mondo cambia in attesa di un congresso che non sappiamo quando arriverà. Io spero che l'Assemblea rinnovi il mandato a Nicola e che lui sia disponibile. Altrimenti servirà un uomo o una donna che rinnovi quell'impegno e lo porti avanti con coraggio, determinazione, libertà. Dobbiamo cambiare tutto e dobbiamo farlo ora".