Arrivano dall’America i pantaloni robot: consentono di camminare e correre a chi non riesce a farlo

Si tratta di un esoscheletro pesante non più di 5 chilogrammi che si serve di un motore fissato dietro la schiena. Il “pantalone” aiuta gli spostamenti sostenendo i muscoli. Per ora è disponibile solo il modello maschile

Pantaloni robot
Pantaloni robot
TiscaliNews

La vita di chi ha problemi di spostamento veloce potrebbe essere ora agevolata dai pantaloni robot che consentono perfino di correre. Il progetto è del Wyss Insistute di Harvard e consiste in pratica in un esoscheletro che fornisce assistenza a chi ha bisogno di un sostegno per muoversi. La realizzazione - come si legge su Wired - ha avuto una accelerazione quando al team originario si sono aggiunti i ricercatori dell’Università del Nebraska.

Pesa 5 chilogrammi 

Il prototipo non pesa più di 5 chilogrammi ed è composto da una struttura flessibile e un motore che si fissa dietro la schiena. Con l’assistenza fornita ai muscoli si riduce al minimo l’impedimento e si favorisce la camminata e perfino la corsa.

Solo il modello maschile

Le prove effettuate su tapis roulant hanno consentito di stabilire col calcolo dell’ossigeno consumato dai tester un calo legato allo stato del metabolismo del 9,3% durante la camminata e del 4% durante la corsa. Una chiara dimostrazione - riporta Wired - di come il pantalone robotico risulti efficace per chi ha problemi di movimento. Per ora è disponibile solo il modello maschile ma si sta già lavorando per produrre quello femminile.