"Nel Pd ci sono cancri da estirpare". Bufera sulle parole di Casalino

'Nel Pd ci sono cancri da estirpare'. Bufera sulle parole di Casalino
di Askanews

Roma, 9 mar. (askanews) - "Ci sono alcune persone del Pd straordinarie come Zingaretti e Franceschini" ma "ci sono alcuni cancri, alcuni elementi devastanti che riescono a distruggere anche il bello del Pd, bisognerebbe estirpare questi cancri". L'uscita infelice è di Rocco Casalino, ospite della trasmissione di Raiuno 'Oggi è un altro giorno'. Il portavoce dell'ex presidente del Consiglio Giuseppe Conte la tira fuori al termine di un'intervista quasi tutta incentrata sulla sua storia personale raccontata nel libro 'Il Portavoce' quando la conduttrice Serena Bortone gli chiede se il futuro del Movimento 5 stelle è nell'alleanza con il Pd.Casalino si rende conto subito di aver usato le parole sbagliate: "E' troppo forte? Ho usato un'espressione sbagliata... ci sono elementi negativi da estirpare". Ma la reazione del Pd non si fa attendere. "Casalino offende il Pd, ci insulta e dimostra disprezzo per il nostro dibattito interno. Vorrei capire se esprime sue opinioni personali o se parla a nome del M5s o a nome del prof. Conte? Cancro da lui evocato, misura sua cultura politica", scrive il presidente dei senatori del Pd Andrea Marcucci su twitter.Il dirigente nazionale del Pd Nicola Oddati definisce "del tutto inaccettabili i gravissimi insulti del signor Rocco Casalino alla comunità del Partito Democratico, intollerabili per gli argomenti e le parole usate. Se ne vergogni e porti rispetto per una comunità che ha tanto da insegnare, un largo consenso nel Paese e migliaia di eletti nelle istituzioni". Commenta anche l'ex ministro per il Sud Peppe Provenzano: "Nel Pd non ci sono 'cancri da estirpare'. Casalino si scusi e chiunque commenti le nostre vicende porti rispetto verso una comunità che ha problemi, difetti, ma anche la forza di mettersi in discussione democraticamente, cambiare e uscire da una crisi più forte di prima".Arriva anche il commento del 'predecessore' di Casalino a Chigi, Filippo Sensi, oggi deputato Pd, ma in passato portavoce di Paolo Gentiloni premier: "Leggo che il portavoce - ex? - di un ex presidente del consiglio andrebbe in tv a dire che nel Pd ci sarebbero dei cancri da estirpare. Non so se alluda a persone o a cosa. Non ho mai commentato, per indole e garbo, il suo comportamento professionale quando era al governo. Ma che vada in giro, e alla Rai - vorrei verificare meglio - a giocare sulla malattia, sulla pelle degli altri e sulla dignità di una comunità politica, la mia, anche no. Non sarò io a fare interrogazioni, a chiedere dimissioni o prese di distanza, ma un minimo di rispetto sì"."Finché con il voto al governo Conte il suo lauto stipendio veniva garantito non c'era nessun 'cancro da estirpare' nel Pd. Quando parla del mio partito Casalino si sciacqui la bocca", scrive su Twitter Alessia Morani, deputata del Pd.