Regionali M5S, Lombardi scrive a Di Maio: "Non voglio avere a che fare con la senatrice pro-vax"

La candidata presidente del Lazio invia una mail al capo politico: "Le posizioni politiche della Fattori su salute e vaccini sono individualistiche e fuori dalla linea politica nazionale"

Roberta Lombardi ed Elena Fattori del M5S
Roberta Lombardi ed Elena Fattori del M5S
TiscaliNews

Non vuole correre il rischio di veder confusa la sua linea politica con quella della senatrice Elena Fattori, candidata del M5S alle regionali del Lazio,  che - stando a Repubblica - dicono strenua "sostenitrice dei vaccini ed amica del virologo pro vax Roberto Burioni". Dunque separazione netta in campagna elettorale. Roberta Lombardi, la candidata presidente del Lazio, l’avrebbe chiesto al capo politico Luigi Di Maio con una mail molto formale di cui il Messaggero pubblica il testo integrale.

Il testo della mail

“Gentile Capo Politico – si legge - Con la presente la informo che non autorizzerò nessuno evento della campagna elettorale per le Regionali Lazio 2018 in cui sarà presente la Senatrice Elena Fattori che ci legge in copia. Le posizioni politiche della Sig.ra Fattori in tema di salute e vaccini infatti sono individualistiche e fuori dalla linea politica nazionale. Non intendo pertanto correre il rischio che vengano minimamente confuse con le linee politiche della sottoscritta elaborate a livello regionale e coerenti con il nazionale. La invito pertanto a sensibilizzare la Sig.ra Fattori ad evitare l’incresciosa situazione di dovermi costringere, attraverso comunicazioni pubbliche, a separare le nostre campagne. Certa della sua collaborazione, porgo cordiali saluti. Dep. Roberta Lombardi Candidata M5S Presidente Regione Lazio #Lazio2018”.

Posizioni distanti

Insomma la Lombardi non vorrebbe la sua collega di Movimento insieme a lei sul palco, come scrive Repubblica, perché le sue posizioni sui vaccini sarebbero “individualistiche e fuori dalla linea politica nazionale” dei cinquestelle. Non vuole, in definitiva, che le posizioni della collega di partito “vengano minimamente confuse con le sue linee politiche”.

Elena Fattori infatti si sarebbe dissociata su Facebook “con indignazione da ogni pericolosa presa di posizione no vax”. Per la Lombardi invece vale la linea imperante nel Movimento pentastellato: “Va bene la raccomandazione, non l’obbligo”.