Green pass obbligatorio per tutti dal 15 ottobre, anche per le colf e gli idraulici. Tamponi a prezzi calmierati

Il certificato verde, viene sottolineato, servirà per accedere ai luoghi di lavoro, non per lavorare, dunque, resta ferma la possibilità di lavorare in smart working

Green pass (Foto Ansa)
TiscaliNews

Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera all'unanimità al nuovo decreto legge per l'estensione del Green pass a tutti i luoghi di lavoro a partire dal 15 ottobre.  Il decreto si rivolge sia ai lavoratori del settore pubblico che a quelli del privato. Quindi dalla metà di ottobre, insomma, bisognerà essere vaccinati, aver fatto un tampone o essere guariti dal Covid, per entrare in uffici pubblici e privati, ma l'obbligo dovrebbe essere esteso anche a studi professionali, negozi, ristoranti. Per chi si presenta al lavoro senza, ci saranno sanzioni.

Obbligo anche per colf, badanti e idraulici

L'obbligo di Green pass varrà anche per colf, badanti, idraulici o altri lavoratori che prestano un servizio all'interno di un'abitazione. A ribadirlo, il ministro del Lavoro, Andrea Orlando a margine della conferenza stampa dopo il Consiglio dei ministri. "Anche l'abitazione è considerata in quel caso un luogo di lavoro e quindi la certificazione è richiesta, dovrà chiederla chi fa entrare i lavoratori in casa", ha aggiunto il ministro.

Green pass con prima dose

Non bisognerà più attendere 15 giorni dalla prima dose di vaccino anticovid per avere il green pass ma lo si otterrà subito dopo la prima somministrazione. L'articolo 4 comma 3 modifica infatti la normativa attuale sostituendo il passaggio in cui si affermava che la certificazione era valida "dal quindicesimo giorno successivo alla somministrazione" con le parole "dalla medesima somministrazione".

Prezzi dei tamponi

Si va verso un obbligo generalizzato per le farmacie di praticare prezzi calmierati per i tamponi.  Il costo sarà pari a zero per chi non possa fare il vaccino, 8 euro per i minorenni, 15 euro per i maggiorenni. L'obbligo, viene spiegato, porterà a un incremento del numero delle farmacie che praticano i prezzi calmierati. Ma non è stata accolta la richiesta dei sindacati di tamponi gratis per tutti.

Sospensione e sanzioni

Arriva la sospensione dal lavoro e quindi dallo stipendio dopo 5 giorni di accesso senza il Green pass. E' l'orientamento che emerge al termine della cabina di regia del governo. La sanzione varrà sia per il pubblico che per il privato. Per chi eluda i controlli viene anche prevista una sanzione pecuniaria. E vengono fatte salve altre sanzioni disciplinari.  Il nuovo decreto che introduce il green pass nel mondo del lavoro prevederebbe sanzioni da 600 a 1.500 euro. La sanzione riguarderebbe sia chi non mostra il certificato verde sia chi omette i controlli.

Responsabilità datore di lavoro

Con il nuovo decreto Green pass scatteranno sanzioni anche per i datori di lavoro che non effettueranno i controlli. Il certificato verde, viene sottolineato, servirà per accedere ai luoghi di lavoro, non per lavorare, dunque, resta ferma la possibilità di lavorare in smart working.

Niente licenziamenti

Sarà espressamente previsto il divieto di licenziare, recependo una preoccupazione sindacale.  Cgil, Cisl e Uil e alcuni ministri avevano chiesto di rendere i tamponi gratuiti per tutti, ma la linea del governo ad ora resta contraria, perché il rischio sarebbe stato quello di disincentivare i vaccini. 

 

Eventi

 Si valuterà il primo ottobre, in base all'andamento della curva epidemiologica, se aumentare la capienza nei luoghi in cui si svolgono eventi, nei cinema e nei teatri. Il tema è stato posto dal ministro Dario Franceschini e l'orientamento del governo sarebbe favorevole ma la scelta è non compiere passi affrettati, perché aumentare la capienza vorrebbe dire ridurre il distanziamento, dunque si valuterà tra due settimane alla luce dell'andamento della curva dopo l'apertura delle scuole.  

Le discoteche

Il tema delle discoteche sarebbe stato posto dal ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti e la richiesta di valutarne il 1 ottobre la riapertura sarebbe stata accolta.

Mascherine personale scuole infanzia

Nelle scuole dell'infanzia e in quelle dove sono presenti bambini e alunni esonerati dall'obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie, al personale deve essere assicurata "la fornitura di mascherine di tipo FFP2 o FFP3". 

Stop contributi per lavoratori sospesi

Un approfondimento è in corso sulla possibilità che le aziende non debbano pagare i contributi ai lavoratori sospesi perché privi di Green pass. E' quanto emerge al termine della cabina di regia del governo. Una valutazione in tal senso sarebbe stata chiesta dal ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti, per venire incontro in particolare alle esigenze delle piccole aziende.

Durata tampone

Il green pass rilasciato sulla base di un test antigenico rapido o molecolare con esito negativo ha una validità di quarantotto ore dall'esecuzione del test "antigenico rapido e di 72 ore dall'esecuzione del test molecolare". Lo prevede un emendamento al green pass bis approvato in commissione Affari costituzionali alla Camera. 

Obbligo per colf e baby sitter

Green pass obbligatorio anche per colf, baby sitter, Partite Iva e lavoratori che offrono i loro servizi occasionalmente, come idraulici ed elettricisti. Dunque anche categorie che potevano sembrare fuori dall'obbligo di passaporto vaccinale in realtà dovrebbero essere incluse nel pacchetto di misure in arrivo per l'estensione del green pass come ad esempio i lavoratori esterni all'amministrazione o all'azienda.

Deputati e senatori

Ma le misure individuate dovranno essere applicate anche agli organi costituzionali, includendo dunque il Quirinale e la Corte Costituzionale. L'obbligo di vaccinarsi, quindi, riguarderà anche le cariche elettive di Camera e Senato. 'obbligo, per il principio dell'autodichia, non può applicarsi automaticamente agli organi costituzionali che, secondo quanto prevedrebbe il decreto sul "super Green Pass", saranno chiamati a pronunciarsi entro il 15 ottobre.