La ex Iena trombata alle elezioni e ripescata come responsabile della comunicazione del M5S

Dino Giarrusso si era candidato nell'uninominale e non ce l'aveva fatta. "Corro senza paracadute", aveva detto. Poi la chiamata della Lombardi. Fra le critiche

Dino Giarrusso
Dino Giarrusso
TiscaliNews

A Dino Giarrusso si è aperto il paracadute. Quello che diceva di non avere alla vigilia delle elezioni dello scorso 4 marzo, quando decise di candidarsi per il M5S nell'uninominale. E finì trombato. Ma il paracadute di Giarrusso, il giornalista de Le Iene che ha fatto scoppiare lo scandalo degli abusi sessuali contro le donne nell'ambito del cinema italiano (da cui è nata l'inchiesta che ora dovrà chiarire se davvero il regista Fausto Brizzi ha commesso le cose terribili che vengono raccontate sul suo conto), si chiama curriculum. Come lui stesso scrive dopo aver reso noto di aver accettato l'incarico di responsabile della comunicazione nello staff di Roberta Lombardi. Che ora attende formalizzazione, in altre parole, il contratto. 

E giù insulti

Giarrusso si era già lamentato (in questa intervista a Tiscali News) dell'ondata di attacchi personali, a lui e alla sua famiglia, condite di insulti, che lo aveva travolto per la sua attività di giornalista e per la decisione di esporsi politicamente a favore dei Cinque Stelle. Dopo la decisione di accettare l'incarico offertogli dalla Lombardi l'aggressione nei suoi confronti pare peggiorata, Giarrusso si lamenta del fatto che la stampa più vicina al Pd non gli perdoni di essere rimasto nell'orbita degli ex grillini a lavorare per loro. Anche se ribatte che continua a fare anche altro, incluso seguire l'uscita del film Youtopia di cui è tra gli autori. Ma non si sente affatto imbarazzato nel diventare il capo della comunicazione dei Cinque Stelle per la Regione Lazio, perché viene dalla comunicazione. E lo fa in un momento, tra l'altro, dove in linea su quanto accade a livello nazionale (Martina che parla con Di Maio) il MoVimento si dice disposto a dialogare su temi comuni con i Governatore laziale, Nicola Zingaretti. La Iena smette i panni di giornalista tv d'inchiesta dallo stile aggressivo e mette quelli di "Casalino del Lazio", come lo hanno definito, paragonandolo all'ex concorrente del Grande fratello che ora è responsabile della comunicazione nazionale del M5S. Tutto evolve. Vedremo con quali esiti