Tiscali.it
SEGUICI

Fdi vuole cancellare il reato di tortura,le opposizioni insorgono

di Askanews   
Fdi vuole cancellare il reato di tortura,le opposizioni insorgono

Roma, 24 mar. (askanews) - Torna alla ribalta un vecchio cavallo di battaglia di Fdi. Quello di cancellare il reato di tortura dal codice penale. La Pdl è stata presentato in commissione Giustizia della Camera nel novembre scorso e assegnata in sede referente il 24 gennaio e ancora non calendarizzata. Ma lo scontro riflette il clima incandescente tra maggioranza e opposizione, dalla maternità surrogata alle detenute madri.L'obiettivo esplicitato nella proposta di legge è quello di tutelare gli agenti da "denunce e processi strumentali" da pene ritenute "spoporzionate rispetto ai reati che puniscono nel codice attualmente tali ci condotte", per garantire "adeguatamente l'onorabilità e l'immagine delle Forze di polizia".L'ordinamento penale italiano, tengono a sottolineare gli esponenti di Fdi, "contempla già una sufficiente 'batteria di norme repressive': percosse, lesioni personali, sequestro di persona, arresto illegale, indebita limitazione di libertà personale, abuso di autorità contro arrestati o detenuti, perquisizioni e ispezioni personali arbitrarie, violenza privata, minacce, stato di incapacità procurato mediante violenza. Si tratta di fattispecie penali che, unite alla nuova aggravante, andrebbero a comporre un'adeguata costellazione punitiva".

Il testo, infatti, di soli due articoli, introduce una nuova aggravante comune che darebbe attuazione agli obblighi internazionali discendenti dalla ratifica della Convenzione contro la tortura ed altre pene o trattamenti crudeli, inumani o degradanti (Cat) ma nello stesso tempo prevede la contestuale abrogazione delle fattispecie penali della tortura e dell'istigazione del pubblico ufficiale a commettere tortura (articoli 613-bis e 613-ter del codice penale).Secondo i deputati di Fratelli d'Italia la legge attuale (approvata nel 2017) porta ad una "incertezza applicativa" con il rischio della "pericolosa attrazione nella nuova fattispecie penale di tutte le condotte dei soggetti preposti all'applicazione della legge, in particolare del personale delle Forze di polizia che per l'esercizio delle proprie funzioni è autorizzato a ricorrere legittimamente anche a mezzi di coazione fisica". Gli appartenenti alla polizia penitenziaria "rischierebbero quotidianamente denunce per tale reato a causa delle condizioni di invivibilità delle carceri e della mancanza di spazi detentivi, con conseguenze penali molto gravi e totalmente sproporzionate".Insorgono le opposizioni. La capogruppo dei senatori Pd, Simona Malpezzi, definisce "agghiacciante" la proposta. "Meloni - scrive su twitter - dica qualcosa: il suo governo e la sua forza politica vogliono attaccare una norma in difesa dei diritti umani?". Mentre la collega di partito, la vicepresidente di Palazzo Madama, Anna Rossomando, attacca la destra che fa un "disastro dietro l'altro" e chiede al "ministro Nordio da che parte sta".Ivan Scalfarotto di Az-Iv, fa notare come il governo introduca "un nuovo reato con pene pesantissime per chi va a un rave party ed elimina invece il reato di tortura che punisce chi 'agendo con crudeltà, cagiona acute sofferenze a una persona privata della libertà personale o affidata alla sua custodia'".Riccardo Magi di +Europa, parla di schizofrezia dell'esecutivo ("da un lato annuncia di voler introdurre, incostituzionalmente, nuovi reati universali inventandoseli di sana pianta, come nel caso della Gpa; dall'altra, vuole l'abolizione di reati reali che danneggiano l'immagine del nostro Paese, come quelli commessi appunto dalle Forze dell'Ordine" e rilancia chiedendo l'introduzione dei codici indentificativi delle divise."Mentre a Biella si consuma con 23 agenti sospesi dal servizio l'ennesimo caso di tortura nelle carceri italiane, Fratelli d'Italia, il partito della presidente del consiglio dei ministri propone una legge per abrogare il reato di tortura", è il commento del vicepresidente dei deputati dell'Alleanza Verdi Sinistra Marco Grimaldi.

di Askanews   
I più recenti
Palazzo Nuovo occupato, Baya: Laicita' come un'ideologia, qualcosa di sacro
Palazzo Nuovo occupato, Baya: Laicita' come un'ideologia, qualcosa di sacro
Medio Oriente, Conte su Rafah: basta massacro con donne e bambini bruciati vivi
Medio Oriente, Conte su Rafah: basta massacro con donne e bambini bruciati vivi
Liguria,Salvini: Toti non deve dimettersi o è resa Stato democratico
Liguria,Salvini: Toti non deve dimettersi o è resa Stato democratico
Meloni: con Patto Governo-Sicilia arrivano 6,8 mld, per Ponte 1,3 mld
Meloni: con Patto Governo-Sicilia arrivano 6,8 mld, per Ponte 1,3 mld
Teleborsa
Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...