Tiscali.it
SEGUICI

Fassino e gli altri due presunti casi di tentato furto di profumi al duty free: la lite con i vigilanti e il classico "lei non sa chi sono io"

Il deputato Dem, secondo quanto sostengono i proprietari del negozio dell'aeroporto di Fiumicino, sarebbe stato protagonista di altri episodi su cui indaga la Polaria

TiscaliNews   
Fassino in un recente intervento in Aula (Ansa)
Fassino in un recente intervento in Aula (Ansa)

Piero Fassino sembrerebbe avere una vera passione per i profumi da donna costosi. Almeno così appare a seguito delle notizie acquisite e pubblicate dal Corriere della sera che scrive come il deputato sarebbe stato protagonista in almeno altri due episodi oltre quello del 15 aprile - nel quale avrebbe tentato di rubare una boccetta di Chanel n. 5 da 130 euro - di (presunto) tentato furto nel duty free dell'aeroporto di Fiumicino. Secondo quanto ha potuto apprendere il giornale milanese, in un'altra occasione l'esponente Dem avrebbe intascato furtivamente un'essenza, sempre da donna, e uscito dall'area del negozio si sarebbe dileguato tra la folla. I vigilanti lo avrebbero pure seguito oltre il varco di sicurezza, ma non sarebbero riusciti a raggiungerlo.

E' questo l'antefatto che avrebbe sollevato l'attenzione degli uomini della sicurezza sul politico, personaggio noto e che, come è facile immaginare, non passa inosservato. 

A questo primo sarebbe seguito un secondo episodio con le stesse modalità. Il politico, già segretario degli allora Ds e sindaco di Torino, dopo aver afferrato il profumo e tentato la fuga sarebbe stato fermato dagli addetti alla sicurezza - ai quali avrebbe sfoderato il classico "lei non sa ci sono io" - per poi mettere mano al portafoglio e pagare quanto dovuto. Alla "terza volta" è scattata la querela. 

Chi sta svolgendo le indagini, ovvero gli agenti della Polaria, è andato alla ricerca dei filmati dei precedenti episodi, ma - scrive il Corsera - forse i girati sono stati sovrascritti. 

TiscaliNews   
I più recenti
Europee, Schlein: espulsione Afd operazione ipocrita di facciata
Europee, Schlein: espulsione Afd operazione ipocrita di facciata
Europee, Conte: non è derby con Schlein, vogliamo reddito Ue
Europee, Conte: non è derby con Schlein, vogliamo reddito Ue
Europee, Salvini: no a Draghi, obiettivo maggioranza centrodestra
Europee, Salvini: no a Draghi, obiettivo maggioranza centrodestra
Calenda: governo in confusione, il redditometro va cambiato
Calenda: governo in confusione, il redditometro va cambiato
Teleborsa
Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...