Il Parlamento europeo omaggia David Sassoli. "Un leone al servizio della democrazia europea"

Alla presenza del presidente del Pd Letta, di Draghi, Von Der Leyen e Michel, oltre agli eurodeputati, il commiato dell'Europa al suo

TiscaliNews

"David ci ha lasciato una grande eredità". Il giorno dei funerali di Stato "con quella bandiera europea, quel sentire tante lingue che si intrecciavano, abbiamo tutti sentito davvero che l'Europa non è solo direttive, istituzioni e acronimi. No. L'Europa sono innanzitutto le sue persone, le sue anime, i suoi cuori. Sì, abbracci, emozioni, sorrisi". Parole accorate quelle pronunciate dal segretario del Pd Enrico Letta intervenendo alla commemorazione di David Sassoli al Parlamento Ue, riunito solennemente per salutare il suo presidente, deceduto ad Aviano l'11 gennaio. "David si è sempre impegnato per un'Europa che non cadesse nella tentazione dell'omologazione, lavorando per un'unità rispettosa delle tradizioni e delle specificità", aggiunge. 

"L'Europa è apertura. David - ha detto Letta - colse un punto fondamentale dell'identità europea quando disse che l'Europa è potente solo quando non si chiude su se stessa". "David aveva questo grande dono di guardare oltre, sapeva non fermarsi alle apparenze e sapeva arrivare alla sostanza. Tutta la sua vita è stata dedicata a dare parole ai senza voce, a donare speranze a chi non ne ha", ha proseguito Letta. "Il sorriso di David, prima ancora di essere un dono della natura, era un sorriso interiore. Il sorriso di chi cerca sempre il bene in ogni evento, in ogni incontro e in ogni persona", ha aggiunto il segretario del Pd.

Per commemorare il presidente David Sassoli, eletto allo scranno più alto dell'organo assembleare europeo nel 2019, l'Eurocamera si è vestita come per le cerimonie importanti a cui hanno preso parte - oltre agli eurodeputati - il Segretario del Pd Enrico Letta, il Presidente del Consiglio italiano, il Presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron, il Presidente del Consiglio europeo, Charles Michel. 

Un leone al servizio della democrazia

"Sei stato un leone al servizio della democrazia europea", ha detto il presidente del Consiglio Ue, Charles Michel all'Eurocamera durante il suo discorso. "Ispiravi naturalmente rispetto al di là della funzione, rispetto per la tua persona calorosa, semplice, autentica sorridente e decisa", ha proseguito Michel. "Sassoli ha avuto le parole giuste per difendere il progetto europeo durante la fase più buia della Brexit", ha proseguito il presidente del Consiglio Ue ricordando anche come "David amasse azioni concrete, come la decisione di aprire le porte del Parlamento europeo durante la pandemia per venire incontro alle persone più in difficoltà".

Il saluto di Von der Layen

"Mi piange il cuore per aver dovuto rinunciare al tributo per il mio grande amico David Sassoli. Voglio ancora una volta omaggiarlo con una rosa bianca, simbolo del suo impegno politico e morale di una vita intera. Buona strada, David". Lo scrive su twitter la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen, pubblicando una sua immagine mentre tiene tra le mani una rosa bianca. Von der Leyen ha dovuto lasciare la Plenaria di Strasburgo a causa della positività al Covid del suo autista.