Rinnovo del Parlamento: alle 19 ha votato il 51,16% degli aventi diritto. In calo di 7 rispetto al 2018

Meno italiani alle urne rispetto a quattro anni fa, almeno secondo le percentuali.. Applausi per Mattarella a Palermo. Letta (Pd) al seggio col pollice alzato, Meloni (Fdi) voterà in chiusura di seggi.

TiscaliNews

Sono oltre 51 milioni gli italiani e le italiane chiamati a scegliere i nuovi rappresentanti di Camera e Senato. Fra loro 2,6 milioni di 18enni debuttano alle urne e per la prima volta possono votare anche al Senato. Si sceglie la composizione di un Parlamento riformato con 400 deputati e 200 senatori, prima erano 630 e 315.In Sicilia invece si vota anche il rinnovo dell'Assemblea Regionale Siciliana e la scelta del nuovo Governatore.

Affluenza alle 19:00 al 51,16% 

Alle elezioni per il rinnovo della Camera alle ore 19 ha votato il 51,16% degli aventi diritto (dati relativi a 7.904 comuni su 7.904). Lo si rileva dal sito del ministero dell'Interno. Nella precedente tornata elettorale del 2018 alla stessa ora si era recato alle urne il 58,40% degli elettori per la Camera. L'affluenza alle ore 12  si è fermata al 19, 21%. 

In calo di 7 rispetto al 2018

Meno italiani alle urne rispetto a quattro anni fa, almeno secondo le percentuali. Continua a scendere l'affluenza di elettori e crolla al Sud rispetto al 2018. Cambia ancora la geografia della partecipazione al voto, nel Mezzogiorno sale l'astensionismo e in nessuna regione il dato supera o eguaglia quello delle precedenti elezioni politiche: a livello nazionale il gap è di oltre 7 punti percentuali, ma in alcuni casi, come in Campania, raggiunge il -15 punti. A quattro ore dalla chiusura dei urne, alle ore 19, l'affluenza era del 51,16%.

I dati Regione per Regione

Rispetto al 2018 le regioni che registrano il minor calo dell'affluenza sono Lazio (-2,3), Lombardia (-4,2), Sicilia (-5,2, considerando che qui si svolgono anche le elezioni regionali), Toscana (-5,8) e Friuli-Venezia Giulia (-6,2). L'Emilia Romagna è invece la regione dove in percentuale si è votato di più, al 59,76 (ore 19). I cali più importanti dell'affluenza rispetto a quattro anni fa si registrano invece in Campania (-13,9), Calabria (-12,7), Molise (-12,4), Basilicata (-11,9) e Sardegna (-11,5). Alle precedenti politiche invece era stato proprio il Sud a trainare i dati di affluenza rispetto al passato, un elemento che - visti poi i risultati elettorali - aveva portato alte percentuali di voto per il Movimento 5 stelle, primo partito alle elezioni 2018.

Al voto 51 milioni di italiani

Applausi per Mattarella a Palermo

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha votato  alle 8.45, nella scuola "Giovanni XXIII - Piazzi" a Palermo. Il capo dello Stato ha votato, come di consueto, nella sezione 535, accolto da un applauso degli scrutatori e delle persone presenti.

Meloni voterà in chiusura di seggi

Cambio di programma per la presidente di FdI Giorgia Meloni: voterà questa sera, a Roma, in chiusura dei seggi alle 23, anziché stamane come inizialmente previsto. La scelta - viene spiegato dal suo staff - è stata dettata dall'esigenza di consentire un voto sereno agli elettori: il seggio infatti era gremito di fotografi e la calca - è stata la valutazione - non avrebbe permesso ai cittadini di esercitare il proprio diritto di voto con la necessaria calma

I big al seggio

Letta al seggio col pollice alzato

"Buon voto!". Così su Twitter Enrico Letta che posta anche una foto del momento in cui inserisce la scheda nell'urna elettorale presso il seggio dove ha votato a Roma. Uscendo dal seggio a Testaccio, il segretario del Partito democratico ha scelto un gesto di incoraggiamento e approvazione mostrando il pollice alzato e poi si è fermato a salutare e a scattare qualche foto con alcuni cittadini che lo hanno anche applaudito. "Grazie, buona domenica", ha replicato.

Berlusconi (FI): "Nessun leader ha mai lavorato, solo io"

"Non c'è nessuno di questi leader che abbia mai lavorato, ma per chi votiamo? Rimango solo io che ho lavorato, il cretino sono io". Così il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi ha parlato con chi gli stava vicino in coda nel seggio del centro di Milano dove ha votato. Poi l'ex premier ha spiegato di avere fatto una caduta di recente. "Ho fatto un volo di 5 metri e potevo uccidermi", ha detto.

Conte (M5S): "Oggi mi dedicherò agli affetti"

Il leader del M5s Giuseppe Conte ha votato presso il seggio allestito al Virgilio, in centro a Roma. Il leader del M5s ha dichiarato: "Mi dicono una buona affluenza, è cosi?". A chi gli chiede di un possibile sorpasso nei confronti del Pd non risponde: "Non mi faccia parlare, c'è silenzio elettorale. Oggi mi dedicherò agli affetti".

Salvini (Lega): "Ringrazio tutti gli italiani che voteranno"

"Più gente vota, più forza avranno il nuovo parlamento e il nuovo governo per intervenire sulle emergenze che non mancheranno". Lo ha detto Matteo Salvini, dopo aver votato a Milano. "Posso solo ringraziare tutti gli italiani che voteranno", ha aggiunto il leader della Lega.

Calenda scherza: "Passerò la giornata angosciato"

"Come passerò la giornata? Come volete che la passi, angosciato. Scherzo, passerò la giornata con mia moglie Violante e i figli": così Carlo Calenda (leader di Azione) uscendo dal seggio a Roma, dopo aver votato. "Andate a votare liberalmente e consapevolmente e come diceva Pericle 'un cittadino che non si occupa dello Stato noi non lo consideriamo innocuo, ma inutile", prosegue.