Cimitero Mediterraneo: 17mila migranti morti in 4 anni. De Magistris: "Stiamo costruendo una flotta di salvataggio"

La sfida del sindaco di Napoli a Salvini. "Ci sarà un processo contro i responsabili dei crimini contro l'umanità". Calderoli attacca: "Pensi alla spazzatura per le vie di Napoli"

Cimitero Mediterraneo: 17mila migranti morti in 4 anni. De Magistris: 'Stiamo costruendo una flotta di salvataggio'
di An. Loi

Potrebbe essere catalogata come una sfida al ministro dell'Interno Matteo Salvini, ma quanto sta mettendo in campo Luigi De Magistris ha un altro scopo. "Stiamo costruendo una piccola flotta, velieri, gommoni, barche perché siamo disposti ad andare a soccorrere", ha detto il sindaco di Napoli nel corso di un convegno dal titolo "Lampedusa e il Mediterraneo, la vie della bellezza e dell'accoglienza", in corso nell'isola siciliana. "In questo Paese si ribaltano la verità e la realtà: chi salva vite viene arrestata, come Carola; chi tiene in ostaggio persone in barca non ha conseguenze. Questo è un terreno di scontro, stanno preparando altro. C'è una motivazione per tutto questo: ci sarà un processo contro i responsabili dei crimini contro l'umanità e le Ong sono i testimoni, hanno le registrazioni", dice il primo cittadino ex magistrato.

E anticipa chi vorrebbe inserire anche lui nella "lista nera" degli oppositori alle leggi volute dal ministro Salvini. "Voglio vedere se si fa un maxiprocesso, a Napoli abbiamo anche l'aula bunker... - ha ironizzato - Faranno un De Magistris +700, oppure +400. Da magistrato a sindaco sono 120 i procedimenti a mio carico ma perché sono un mariolo? No, perché anzi facevo la caccia ai marioli. Tutto al contrario". 

Mediterraneo, cimitero d'Europa

Organizzato con il patrocinio di Ordine dei giornalisti nazionale e regionale, Fnsi e Assostampa siciliana, nell'ambito del Premio giornalistico internazionale "Cristiana Matano", il convegno si tiene proprio nella Giornata del Mediterraneo che con le 36.700 persone che dal 2000 a oggi sono morte nel tentativo di raggiungere le coste europee è diventato a buon diritto il "cimitero d'Europa". Dal 2014 a oggi, spiega il rapporto Fatal Journeys 4 dell’Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim), 17.900 persone sono morte o risultano disperse nel Mediterraneo, 678 sono bambini Un altro dato appare piuttosto eloquente perché certificano una tendenza in aumento: lo scorso anno 1 persona su 35 è morta nel corso della traversata (2.299), mentre nel 2017 la stima era di 1 su 50.

De Magistris: il porto di Napoli è aperto

De Magistris ha poi ripetuto quanto va dicendo da mesi: "Il porto di Napoli è aperto, porto significa accoglienza, l'ho detto alla Sea Watch a suo tempo quando ho scritto una lettera al comandante e lo ripeto anche ora, come si fa a chiudere un porto?". "Basta guerre, basta interessi, basta propaganda inutile, occorre considerare che il migrante è anche una grande opportunità per l'Italia e non solo. Non è solo un tema da affrontare come un problema, come ordine pubblico, come propaganda, come 'like' o prova muscolare", ha chiosato De Magistris. Per poi chiarire che lui non ce l'ha tanto con Salvini "che almeno ci mette la faccia": "Ce l'ho con il suo sgabello, Luigi Di Maio, che gli ha permesso di passare dal 17 al 34%".

Calderoli critico: eppure conosce le leggi del mare

Le dichiarazioni di De Magistris rimbalzano e arrivano alle orecchie di chi sulla questione migranti sta costruendo la propria fortuna elettorale. "Non ho capito se quella di De Magistris sia solo una delle sue solite provocazioni mediatiche oppure no", ha detto il vicepresidente del Senato, il leghista Roberto Calderoli. "Ma se davvero vuol trasformarsi in un emulo di Carola Rackete mettendo in mare una sua flotta per andare a recuperare immigrati in Libia si accomodi pure: uno come lui dovrebbe conoscere bene le leggi e i codici e sapere a cosa andrà incontro violando le nostre leggi vigenti sull'immigrazione". E affonda: "De Magistris non dovrebbe occuparsi di tenere pulita la sua splendida città piuttosto che scimmiottare un Luca Casarini qualsiasi?", chiede Calderoli.