La crisi di Governo cambia la fiducia degli elettori. I risultati del sondaggio politico

La Lega è il primo partito. Seguono il Pd e Fratelli d’Italia. Il barometro Barometro Politico dell'Istituto Demopolis

La crisi di Governo cambia la fiducia degli elettori. I risultati del sondaggio politico
TiscaliNews

Se si tornasse oggi alle urne, la Lega sarebbe primo partito con il 23%, con un vantaggio di poco più di 2 punti sul PD, attestato al 20,8%. Fratelli d'Italia otterrebbe il 17%, il Movimento 5 Stelle il 15,5%. È quanto emerge dal Barometro Politico dell'Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento, che ha misurato il peso dei partiti nei giorni della crisi di Governo.

All'8% ritroviamo Forza Italia, al 3,7% la Sinistra di LeU; sotto la soglia del 3% resterebbero Azione, Italia Viva ed altri partiti minori. Nell'attuale scenario, in termini di possibili coalizioni, i 3 principali partiti del Centro Destra otterrebbero il 48%; l'area di Centro Sinistra che sostiene il Governo raggiungerebbe invece con il Movimento 5 Stelle il 40%. Un residuo 12%, secondo i dati Demopolis per il programma Otto e Mezzo, se lo dividerebbero al momento le altre forze politiche.

L'Istituto diretto da Pietro Vento ha realizzato anche una simulazione sull'attribuzione dei seggi con il Rosatellum nella nuova Camera a 400 nell'ipotesi di un ritorno alle urne: il centrodestra, conquistando circa i due terzi dei 147 collegi assegnati nella quota uninominale, otterrebbe un'ampia maggioranza a Montecitorio: 225 seggi contro i 164 che andrebbero ai partiti che sostengono oggi il Governo Conte. Secondo la simulazione di Demopolis, 16 deputati andrebbero alla Sinistra di LeU, 83 al partito di Zingaretti, 60 al Movimento 5 Stelle. Sul versante opposto, 38 a Forza Italia, 75 alla Meloni e 108 a Salvini.

L'indagine è stata realizzata dall'Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento, dal 15 al 18 gennaio 2021, su un campione stratificato di 2.000 intervistati, rappresentativo della popolazione italiana maggiorenne. Supervisione della rilevazione demoscopica di Marco E. Tabacchi. Coordinamento di Pietro Vento, con la collaborazione di Giusy Montalbano e Maria Sabrina Titone.