Coronavirus, Berlusconi: il Governo non si limiti a informarci

Coronavirus, Berlusconi: il Governo non si limiti a informarci
di Askanews

Roma, 26 mar. (askanews) - "Dal principio ho detto che di fronte a questo dramma le polemiche politiche passano in secondo piano e bisogna collaborare con il Governo. Questo non significa unità nazionale, ma collaborazione istituzionale". Lo ha detto il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, in una intervista alla Stampa."Mi ha colpito - ha aggiunto - che oggi alla Camera dal presidente del Consiglio non sia venuto alcun appello in questo senso. Del resto, collaborare vuol dire prendere le decisioni in modo condiviso, non essere informati di decisioni già prese, come è avvenuto finora".Quanto al mondo in cui l'esecutivo ha fronteggiato l'emergenza, per l'ex presidente del Consiglio "le scelte effettuate dal Governo, magari in ritardo, erano in gran parte obbligate. Ma il problema è più generale. Un Paese avanzato come l' Italia dovrebbe avere al governo persone con esperienza, con competenza, con un passato adeguato. Proprio come quelle che avevo portato al governo con me. Ma sono gli italiani che a Palazzo Chigi ci hanno messo quelli di adesso. Speriamo che la prossima volta ci ripensino. Ora - ha concluso Berlusconi - si tratta di fare molto di più per sostenere lavoro e imprese e noi di Forza Italia siamo a disposizione del governo per dare il nostro contributo di esperienza e di competenza".