Calenda a Tagadà: io Boccia lo considero totalmente inetto

di Askanews

Roma, 19 apr. (askanews) - "Questo è il modo in cui una classe dirigente di inetti cerca di non parlare mai delle cose e l'unico modo su cui chiede il voto è quello di dire 'guardate che ci sono i fascisti, se non sei con me sei fascista, sei di destra. Io Boccia lo considero totalmente inetto": così Carlo Calenda, leader di Azione e candidato sindaco di Roma, ospite di Tagadà su La7, ha replicato a un'affermazione dell'ex ministro Francesco Boccia (Pd) riguardo al fatto che "fuori dal centrosinistra vorrei ricordare a Calenda che c'è il centrodestra""Faccio un esempio molto vicino, che è quello del governatore Emiliano. Quando Emiliano si è candidato, assieme a Emiliano c'erano anche sindaci dichiaratamente fascisti, però dicevano 'ragazzi se non siete con Emiliano, siete di destra. Ma c'è il sindaco quello che fa il saluto romano, eh ma quello sta con noi non è fascista'. E la conclusione qual è? Emiliano è stato confermato e la Regione Puglia sta facendo un disastro nella gestione della pandemia", hattaccato Calenda.