Cagliari, Sassari, Alghero: le sfide sarde nelle urne di domenica. Candidati e liste

Passerella di leader nella maggiori città: Zingaretti, Di Maio e Meloni. Incognita Salvini. Occhi sul capoluogo dove è sfida a due tra Ghirra e Truzzu

I due candidati di Cagliari, Truzzu e Ghirra

L'appuntamento è per i quasi 400 mila sardi che domenica 16 giugno sono chiamati alle urne per rinnovare sindaci e consigli comunali di 28 comuni tra cui Cagliari, Sassari e Alghero tra l'altro a pochi mesi dalle elezioni regionali e dalle suppletive di Cagliari. In cinque Comuni con oltre 15mila abitanti (Cagliari, Sassari, Alghero, Monserrato e Sinnai), è previsto il ballottaggio nel caso il candidato non arrivi al 50 per cento delle preferenze. Il secondo turno è fissato per il 30 giugno. Inizialmente si era pensato di far coincidere le amministrative con le europee di maggio, ma non è stato possibile. I seggi saranno aperti dalle 7 del mattino alle 23 e si può esprimere la doppia preferenza di genere (Una candidata e un candidato o viceversa).

Cagliari: terza volta in pochi mesi

Il capoluogo sardo si reca alle urne con due anni di anticipo rispetto alla scadenza naturale del mandato di Massimo Zedda, il sindaco di centrosinistra dimessosi dopo la recente elezione a consigliere regionale della Sardegna. In campo scendono quindi Francesca Ghirra, assessora all'Urbanistica della giunta uscente e simbolo della continuità con la precedente amminsitrazione, vincitrice delle primarie del Centrosinistra. Sempre che venga eletta (a suo sostegno 8 liste), visto che appare piuttosto agguerrito il candidato del Centrodestra, sostenuto da 11 liste, Paolo Truzzu, consigliere regionale principale esponente di Fdi nell'Isola. 

M5S: voti determinanti

Grande assente nella competizione del capoluogo sardo è il M5Stelle dove il candidato eletto dalla Piattaforma Rousseau, il cardiologo Alessandro Murenu, è stato travolto dalle polemiche per un post su Facebook contro l'aborto. La sua candidatura ritirata per ordine di Di Maio, non è stata sostituita da altri nomi. Ragion per cui la tornata si trasforma di fatto già al primo turno in "ballottaggio", quando i voti pentastellati potrebbero fare da ago della bilancia e risultare determinanti: nel caso in cui gli elettori grillini non dovessero astenersi (come sembra invece essere la tendenza) la scelta potrebbe cadere proprio su Ghirra, ammesso e non concesso che questi voti vadano più facilmente verso sinistra che verso la destra-destra di Truzzu. Per sostenere la corsa del coordinatore sardo di Fdi sarà venerdì a Cagliari, ma anche a Sassari e Alghero, la leader nazionale Giorgia Meloni. Terzo candidato in città è Angelo Cremone, con la lista Verdes per Cagliari Pulita, prima esclusa poi riammessa alla competizione a seguito di un ricorso al Tar: l'ambientalista è accreditato per pochi punti percentuali e quindi ininfluente in vista di un eventuale ballottaggio. 

Sassari e Alghero: passerella di leader nazionali

Al voto anche la seconda città sarda, Sassari, dove la competizione appare più interessante dal punto di vista politico perché i candidati sindaco sono ben sette. Non si è ricandidato l'uscente Nicola Sanna del Pd. Dal quale pensa però di ricevere il testimone Mariano Brianda, magistrato in aspettativa, che guida la coalizione di Centrosinistra. Per lui in città è arrivato anche il segretario del Pd Nicola Zingaretti che, dopo aver fatto tappa a Cagliari a sostegno di Ghirra, ha poggiato la mano sul candidato sassarese.

Il quale avrà da lottare per conquistare la poltrona perché tosti sono i suoi avversari tra cui Maurilio Murru (M5s) e Mariolino Andria del Centrodestra. Altri nomi ammessi alla competizione sassarese sono Lino Mura della lista civica Alternativi per Sassari, Marilena Budroni con la lista È viva Sassari, sostenuta dagli indipendentisti di Autodeterminatzione, e l'ex sindaco Nanni Campus, a cui sono collegate le liste civiche Sassari Progetto Comune, Sassari civica, Sassari è, Prima Sassari e Noi per Sassari. Ultimo candidato Giuseppe Doneddu del Partito comunista. 

Altro comune importante per numero di abitanti è Alghero. Nella città catalana si presentano in tre. Il sindaco uscente Mario Bruno del Centrosinistra lancia nuovamente la sfida con il sostegno di tre liste tra cui Sinistra in Comune, Pd e Per Alghero con Mario Bruno. A sfidarlo saranno Roberto Ferrara del M5s, a sostegno del quale arriva venerdì il vicepremier Luigi Di Maio che farà tappa anche a Sassari. Mario Conoci, esponente del Partito sardo d'Azione (alla guida della Regione in tandem con la Lega) guida le liste di Centrodestra.