Bonafede, mercoledì al Senato la mozione di sfiducia. Boccia e Delrio: se passa è crisi di governo

Le mozioni sono state presentate, una dal centrodestra, primi firmatari i capigruppo di Lega, Fratelli d'Italia e Fi, Massimiliano Romeo, Luca Ciriani e Anna Maria Bernini, l'altra da Emma Bonino (+Europa), da Matteo Richetti (Azione) e da un nutrito gruppo di senatori di Forza Italia.

Bonafede, mercoledì al Senato la mozione di sfiducia. Boccia e Delrio: se passa è crisi di governo
di TiscaliNews

Inizierà mercoledì alle 9,30 in Aula al Senato la discussione sulle due mozioni di sfiducia nei confronti del Ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede. Lo ha riferito all'assemblea il vice presidente di turno di Palazzo Madama, Paola Taverna, riferendo le decisioni della conferenza dei capigruppo.

Le mozioni di sfiducia sono state presentate, una dal centrodestra, primi firmatari i capigruppo di Lega, Fratelli d'Italia e Fi, Massimiliano Romeo, Luca Ciriani e Anna Maria Bernini, l'altra da Emma Bonino (+Europa), da Matteo Richetti (Azione) e da un nutrito gruppo di senatori di Forza Italia. La replica del Ministro Bonafede e le dichiarazioni di voto saranno trasmesse in diretta tv. Le votazioni si svolgeranno con due chiame nominali, per ordine alfabetico. I senatori entreranno in Aula scaglionati e voteranno dal posto.

Italia Viva tentata di votare la sfiducia a Bonafede? “Possono recitare la preghiera ‘non ci indurre in tentazioni’, il ‘Padre Nostro’, è una preghiera comune. Spero non si facciano tentare da una sfiducia, non avrebbe un significato per il Paese in un momento così difficile. Confido che le cose si sistemeranno dopo l’intervento del ministro”. Lo ha detto ai microfoni di Rai Radio1, ospite di Un Giorno da Pecora, Graziano Delrio, capogruppo Pd alla Camera, intervenuto alla trasmissione condotta da Giorgio Lauro e Geppi Cucciari. Se passa la mozione di sfiducia a Bonafede può cadere il governo? “Si apre una vera crisi senza dubbio, non c’è dubbio. Non è che si può pensare di sfiduciare il ministro della Giustizia e pensare che la cosa si concluda con una pacca sulle spalle. Io però sono abbastanza sereno – ha concluso Delrio – la cosa si supererà.

La sfiducia al ministro Bonafede sarebbe una sfiducia a tutto il governo, in quel caso la crisi sarebbe inevitabile". Lo ha detto il ministro per le Autonomie, Francesco Boccia, a La Vita in Diretta. "Mi auguro - ha proseguito Boccia - che la mozione di sfiducia porti ad un dibattito, come è giusto che sia, e che ci siano chiarimenti. Ovviamente non mi auguro e non penso che il ministro sarà sfiduciato". "Sono convinto che la maggioranza voterà compatta. Il ministro della Giustizia è il capodelegazione di M5S al governo ed è un ministro importante, se qualcuno nella maggioranza vota la sfiducia ovviamente è una sfiducia al governo, questo è evidente a tutti, ma sono convinto che non ci saranno sorprese". Così il capo politico M5S Vito Crimi a Skytg24 sulla mozione di sfiducia al Guardasigilli.

"Nonostante non sia brava nei giochi di palazzo, non sono una marziana e quindi capisco cosa bolle in pentola ma non mi interessa chi giocherà e chi no. Ritengo piuttosto che il punto sia che il ministro Bonafede non è all'altezza di una giustizia giusta per tutti e che la sua gestione della giustizia già malata rischi di portarci alla giustizia comatosa". Lo ha detto la leader di Più Europa, Emma Bonino, ospite a "Omnibus" su La7, parlando della mozione di sfiducia al ministro della Giustizia. "Continuo a insistere nel dire che l'amministrazione della giustizia non è una cosa come le altre perché è il cardine del rapporto di fiducia tra lo Stato e i cittadini e riguarda una questione essenziale come la libertà".