Tiscali.it
SEGUICI

Europee, Meloni: "Gli italiani stanno con noi". Schlein: "Risultato straordinario". Conte: "Voto deludente". FI sorpassa la Lega

Fdi cresce ancora e quota al 28,9%, bene anche il Pd targato Schlein che è al 24,5. M5s crolla invece al 10,5%, tallonato da Fi-Nm che va al 9,2% e supera una Lega (all'8,5%) che non monetizza apparentemente l'effetto Vannacci

  
Europee, Meloni: 'Gli italiani stanno con noi'. Schlein: 'Risultato straordinario'. Conte: 'Voto...
Giorgio Meloni (Ansa)

Nessuno scossone. Ma conferme e qualche sorpresa. Prima gli exit poll, poi leproiezioni, infine lo spoglio consegnano una fotografia che vede Giorgia Meloni che aveva collocato l'asticella al 26% - come alle politiche del 2022 - confermare Fdi primo partito. Cresce il Pd targato Schlein che si attesta intorno al 24,5% che questa volta corre in solitaria senza Calenda e Renzi (più voti e più seggi per lei) guadagnando rispetto alle ultime politiche. A fare rumore è la cosìdetta remuntada azzurra il derby di maggioranza tra Antonio Tajani (Forza Italia) e Matteo Salvini (Lega) che vede il sorpasso di Forza Italia e il crollo della Lega. Nel quartiere generale leghista alle 2.33 compare Matteo Salvini che prova a spiegare la debacle. C'è da registrare anche il crollo del M5S. Ma uno su tutti è il dato che balza agli occhi. Ed è il nuovo record storico dell'astensionismo: solo il 49,69% degli aventi diritto - meno di un italiano su due - si è recato alle urne (alle ultime europee nel 2019 erano stati il 54,5%, in calo rispetto alla tornata del 2014 quando la percentuale era stata del 57,22%). Un dato, ma soprattutto un trend, che apre una riflessione sia nei partiti di maggioranza che di opposizione. La cronaca e i commenti della notte elettorale.

02:50 - Salvini: "Spero centrodestra unito in Ue senza i socialisti" - "Spero in un centrodestra unito e compatto in Europa, possibilmente in maggioranza, senza però fare accordi a ribasso colloquiando con i socialisti. Conto che il centrodestra non si divida a Bruxelles": lo ha detto il leader della Lega Matteo Salvini in via Bellerio a Milano. "Altri cinque anni di von der Leyen non porteranno a nulla di buono" ha aggiunto. 

02:40 -  Salvini: "Ci davano per morti ma siamo vivi e vivaci" - "Da un anno tutti ci davano per morti, ma siamo vivi e vivaci": così il leader della Lega Matteo Salvini nella sede del partito in via Bellerio a Milano. "Commento le proiezioni - aggiunge - se siamo anche di uno '0 virgola' sopra al risultato delle politiche la soddisfazione c'è". "Siamo vivi, certo con alcune stranezze, con l'ex segretario del partito che il giorno prima del voto dice che vota un altro partito... Le condizioni interne non sempre sono state comode ma i leghisti ci hanno messo l'anima. Ringrazio chi non ha mai tradito, non mi piacciono quelli che scappano e cambiano bandiera a seconda delle convenienze - ha aggiunto -. La Lega è nata 40 anni fa e ci sarà fra 40 anni". 

02:39 - Meloni: "Questa per me notte ancora più bella di due anni fa - "Due anni fa - ha detto la premier, accompagnata dalla sorella Arianna che l'ha ascoltata dal retropalco - era una scommessa basata sulla speranza. Tanta gente aveva creduto in noi, tante persone speravano che noi potessimo essere. Dopo quasi due anni di governo, nella peggiore situazione possibile, quelle stesse persone ci hanno detto 'non speriamo che voi siate, voi siete'. E questo ha un valore per me personalmente enorme perché in questi quasi due anni noi abbiamo fatto scelte difficili in un tempo nel quale non c'erano soldi da gettare al vento per fare campagna elettorale, un tempo nel quale c'era bisogno di dire la verità, e di fare quello che era giusto fare per l'Italia, non per noi semplicemente. Non per il partito, non per la nostra immagine. Il fatto che gli italiani abbiano capito questo per me ha un valore straordinario e penso che sia un valore che va accolto".

02:33 -  Tajani: "FI non è un partito museo ma guarda avanti" - "Sono felice che FI abbia fatto questo regalo a Silvio Berlusconi, il risultato è dedicato a lui. C'è una classe dirigente, dei militanti e degli eletti che hanno saputo occupare uno spazio e essere grande forza rassicurante che guarda al futuro".  "Questo risultato ci incoraggia ad andare avanti: ho convocato per il 12 giugno la segreteria nazionale per fare un'analisi della situazione. L'ho convocata non a caso il 12, vogliamo ricordare Berlusconi a un anno dalla sua scomparsa - ha aggiunto -. Ma questo non è partito nostalgico, non è un partito museo. È un partito che che guarda avanti, forte delle idee e dei valori di libertà".

02:30 - Tajani: "I risultati del centrodestra rafforzano il governo" - "È un risultato unitario che rafforza il governo di centrodestra, siamo pronti, come avevo detto durante la campagna elettorale, a collaborare con i nostri alleati, e sono soddisfatti che i risultati siano positivi per tutte le forze del centrodestra. Siamo una coalizione, era una campagna elettorale con il proporzionale e sono emerse chiaramente le diverse identità, ma questo ha permesso anche di raccogliere il maggior numero possibile di consensi". 

02:24 - Tajani: "Cercheremo di occupare lo spazio fra Meloni e Schlein" -  "Guardando anche a chi non è andato a votare, ed è un grande problema, possiamo fare molto ma molto di più. Cercheremo di occupare lo spazio fra Giorgia Meloni e Elly Schlein, cercheremo di farlo con molto impegno a partire da domani mattina". Lo ha dichiarato il leader di Forza Italia Antonio Tajani, nella sede del partito.

02:20 - Conte: "Saremo in area progressista" - "In Europa saremo nell'area progressista" e "cercheremo in un equilibrio difficile di far valere il nostro peso". Lo ha detto il leader del M5s Giuseppe Conte nella sede del Movimento. "Prendiamo atto che a livello europeo nel complesso le forze progressiste hanno tenuto bene, ma c'è da interrogarsi su un'asse Francia-Germania che cambia", ha aggiunto.

02:18 - Tajani: "Alle Politiche puntiamo al 20%" - "Siamo vicini all'obiettivo che avevo prefissato, ci conferma che alle elezioni politiche puntiamo a raggiungere quota 20%". Lo ha dichiarato il leader di Forza Italia Antonio Tajani, nella sede del partito: "Siamo molto soddisfatti del risultato che si sta prefigurando". 

02:15 -  Meloni: "Sistema torna bipolare, italiani stanno con noi - "Il sistema sta diventando di nuovo bipolare, è una buona notizia, ci sono visioni che si contrappongono e su cui si chiede ai cittadini da che parte stanno. oggi ci hanno detto che stanno dalla nostra parte. Nel caso nostro ci hanno visto arrivare ma non sono riusciti a fermarci", ha concluso  la presidente del Consiglio.

02:13 - Meloni: "Orgogliosa dei risultati. Italia in Ue e al G7 col governo più forte di tutti - "L'Italia si presenta al g7 e in Europa con il governo più forte di tutti, è una soddisfazione e anche una grande responsabilità". Così la presidente del Consiglio Giorgia Meloni, che è anche presidente di Fdi e candidata capolista in tutte le circoscrizioni, commentando le elezioni europee al comitato elettorale del partito. "Voglio dire grazie a quella maggiorana di italiani che ha continuato a scegliere Fdi e il centrodestra, sono orgogliosa del risultato anche di Forza Italia e della Lega, che la maggioranza che governa questa nazione sia riuscita a crescere insieme. E' un messaggio che arriva dagli italiani, 'andate avanti' e fatelo con maggiore determinazione se possibile". 

02:10 - Opinio-Rai, Fdi quadruplica seggi al parlamento europeo - Fratelli d'Italia quadruplica i propri seggi al parlamento europeo, passando dagli attuali 6 ai futuri 23-25. Lo si evince dalla stima fatta da Opinio Italia per la Rai su un campione del 68%. Pesante crollo, invece, per la Lega che dai 29 seggi conquistati nel 2019 passa ai 6-8 di questa tornata elettorale. Stabile il Partito Democratico che passa dai 19 seggi attuali ai 20-22, mentre è in calo il Movimento 5 Stelle, da 14 a 8-10 seggi. Stabile anche Forza Italia, che occupa attualmente 7 seggi e ne ha conquistati tra i 7 e i 9.

02:08 - Conte: "Pd? Dialogo più intenso per alternativa" - "Il dialogo con il Pd? Il dialogo con le forze progressiste non dipende da un appuntamento elettorale", in ogni caso "sarà sempre più intenso man mano che dovremo assumerci la responsabilità di offrire l'alternativa" a "questo governo", ha spiegato il leader del M5s nella sede del Movimento.  "Come è giusto che sia, avvieremo una riflessione interna per cercare di approfondire le ragioni di questo risultato, che non era quello che ci aspettavamo. Posso garantire a tutti gli elettori che ci hanno votato che i nostri europarlamentari, nove o dieci, saranno coerenti rispetto agli impegni annunciati in campagna elettorale. Quindi saranno costruttori di pace, si batteranno ad ogni livello contro l'austerity, porteranno avanti le nostre battaglie contro la corruzione, per un'Europa più verde, sociale e inclusiva", ha chiarito Conte. "Il nostro impegno politico non marca alcuna battuta d'arresto, anzi lavoreremo più di prima sul piano interno per l'alternativa a questo governo", ha aggiunto.

02:05 - Meloni: "Questa per me notte ancora più bella di due anni fa - "Ci siamo visti qui due anni fa ed era una bella notte, per me questa è ancora più bella. Dopo due anni di governo nella peggiore situazione possibile" il voto ci ha detto "non speriamo che voi siate ma voi siete". Lo ha detto la presidente del Consiglio Giorgia Meloni, che è anche presidente di Fdi e candidata capolista in tutte le circoscrizioni, commentando le elezioni europee al comitato elettorale del partito.

02:00 - Conte: "Risultato deludente, avvieremo riflessione" - "Prendiamo atto del risultato, sicuramente molto deludente", "potevamo fare meglio". "La valutazione dei cittadini è insindacabile" e "avvieremo una riflessione interna". Lo ha detto il leader del M5s Giuseppe Conte commentando le europee nella sede del Movimento. 

01:54 - Bonelli: "Ilaria Salis commossa, non ci crede ancora" - "Ilaria Salis è molto contenta e commossa. Mi ha detto 'non ci credo, voglio aspettare la fine, i risultati definitivi'. Io le ha detto: 'dai Ilaria, ce l'abbiamo fatta'". Così il portavoce di Europa Verde Angelo Bonelli nel comitato elettorale di Avs a Roma raccontando la telefonata avuta poco fa con la candidata. "Se eletta lei deve uscire dai domiciliari", ha aggiunto.

01:52 - Vannacci, secondo i primi dati sono ottime le preferenze per me - "Commenti ne ho pochi da fare, sono risultati ancora frammentari, aspettiamo i dati consolidati. Per ora vedo che le preferenze sul sottoscritto sono ottime, aspettiamo che si consolidino". Mentre segue "con amici" gli aggiornamenti sullo spoglio delle Europee, Roberto Vannacci, candidato da indipendente con la Lega risponde al telefono senza nascondere la propria soddisfazione. "I dati che mi arrivano, seppure frammentari, danno che una gran parte hanno espresso la preferenza sul mio nome, di gran lunga favorito", sottolinea il generale, sospeso dall'Esercito, precisando che non intende esprimere pareri politici: "Quelli li lascio al segretario del partito, io sono un candidato indipendente e parlo per me stesso".

01:47 - Schlein: "Risultato straordinario" - "E' un risultato per noi straordinario, siamo il partito che cresce di più dalle politiche, la distanza da Fdi si restringe". Lo ha detto la segretaria Pd Elly Schlein al Nazareno. "Sentiamo ancora più forte la responsabilità di costruire l'alternativa, continueremo a essere testardamente unitari, sentiamo ancora più forte la responsabilità di costruire l'alternativa. La somma delle forze di opposizione supera quella della maggioranza. Il Pse tiene, non è possibile alcuna maggioranza senza il gruppo socialista e democratico, vedremo se saremo la prima o la seconda delegazione".

01:40 - Tajani: "Ci davano per morti invece siamo vivi e vegeti" - "Ci davano per morti, invece siamo vivi e vegeti". Lo ha detto il leader di FI Antonio Tajani, con una battuta ai giornalisti nella sede del partito.

01:31 - Terza proiezione Rai, FdI al 28,9% e Pd al 24,5% -  FdI cresce ancora e si attesta al 28,9%: alla terza proiezione di Opinio Italia per la Rai il partito della premier continua a salire superando nettamente il risultato elettorale del 2022 (26%). E cresce ancora anche il Pd a guida Elly Schlein: rispetto al 19% del 2022, i voti per i Dem salgono al 24,5%. E' questa la fotografia dei partiti alle elezioni europee secondo la terza proiezione di Opinio Italia per la Rai. Il campione è del 29%.

Fa bene Forza Italia ma nella terza proiezione gli azzurri non raggiungono la doppia cifra e registrano il 9,4% (circa l'8% nel 2022). Comunque sopra la Lega che si attesta all'8,5% contro l'8,8% delle politiche. Crollo, invece, al momento confermato del M5S che scende dal 15,4% delle ultime elezioni all'10,4%.

Al contrario Alleanza verdi sinistra aumenta considerevolmente i propri voti attestandosi - conferma anche la terza proiezione - al 6,7%: più che assicurata dunque l'entrata al Parlamento europeo e l'elezione di Ilaria Salis. Scende invece sotto la soglia di sbarramento Stati Uniti d'Europa (3,9%), che vedrebbe quindi sfumare il Parlamento europeo; stessa sorte per Azione (3,3%). Pace, Terra e Dignità si ferma al 2,3% e le altre liste sotto il 2%. 

01:20 - Donzelli (Fdi), risultato straordinario, ha vinto Meloni - "Aspettiamo i dati ufficiali ma siamo molto soddisfatti, avevamo l'obiettivo di confermare il dato delle politiche, sembra che siamo andati anche abbondantemente oltre le politiche quindi è un dato importante dopo due anni di governo, in una situazione internazionale così difficile, è un risultato straordinario. Il dato fondamentalmente che abbiamo visto è che il buon governo di Giorgia Meloni ha positivamente contagiato anche il resto d'Europa. La sinistra aveva raccontato in tutta Europa 'se vincono le destre crolla tutto', e poi invece in Italia ha vinto il centrodestra, ha vinto Giorgia Meloni". Così il responsabile nazionale dell'organizzazione di FdI, Giovanni Donzelli, parlando con i cronisti nella sede del comitato elettorale al Parco dei Principi dopo le prime proiezioni sul risultato delle elezioni europee.

01:18 - Affluenza al 49,6% quando mandano 430 sezioni - Per le elezioni europee ha votato complessivamente il 49,65% degli aventi diritto quando ancora mancano i dati di 430 sezioni (61.220 su 61.650). Dunque per la prima volta - secondo quanto emerge dai dati del Viminale pubblicati sul portale 'Eligendo' - meno di 1 italiano su 2 ha votato per eleggere gli eurodeputati. La soglia del 50% è stata superata nella circoscrizione Nord occidentale, Nord Orientale e Centrale ma non nelle circoscrizioni Meridionale e Insulare. A Roma ha votato appena il 43,58% (ma non si era raggiunto il 50% nemmeno alle passate elezioni europee nella capitale) mentre a Milano la soglia del 50% è stata superata ma di poco. 

01:14 - Bocche cucite in via Bellerio, Fontana in sede con Salvini - Insieme al leader Matteo Salvini, sta seguendo lo spoglio elettorale tutto lo stato maggiore del Carroccio. Sono presenti il presidente della Camera Lorenzo Fontana, il ministro dell'Istruzione Giuseppe Valditara, il vicesegretario del Carroccio Andrea Crippa, il sottosegretario al Cipess Alessandro Morelli, i senatori Claudio Borghi e Massimiliano Romeo, i deputati Igor Iezzi ed Eugenio Zoffili e il segretario della Lega Giovani Luca Toccalini. La serata era iniziata con un cauto ottimismo, specie per l'avanzata dell'alleata Marine Le Pen in Francia. Dopo le prime proiezioni, però, che sembrano certificare il sorpasso di Forza Italia, l'atmosfera si è fatta più tesa. Per il momento non è ancora arrivata nessuna comunicazione ufficiale dal partito.

01:04 - Terza proiezione Opinio-Rai Europee - Fdi al 28,9% nella terza proiezione per le Europee del Consorzio Opinio per la la Rai, il Pd è al 24,5%. Il campione è del 29%.Seguono: M5s al 10,4%, Fi 9,4%, Lega 8,5%, Avs 6,7%, Sue 3,9%, Azione 3,3%, Pace Terra Dignità 2,3% e le altre liste sotto il 2%.

01:02 - Grimoldi, adesso togliere 'Salvini premier' dal nome della Lega - "Se togliamo ai voti della Lega di Salvini i consensi che ha preso l'Udc, i cui candidati corrono nella lista, e se si tolgono le preferenze di estrema destra di Vannacci, si capisce chiaramente il collasso elettorale" del Carroccio "e l'urgenza di cambiare il nome alla Lega togliendo la dicitura 'Salvini premier'". Così all'ANSA l'ex deputato ed ex segretario della Lega lombarda Paolo Grimoldi, che ieri aveva riportato il contenuto di una telefonata tra lui e Umberto Bossi, in cui il Senatùr faceva sapere che avrebbe votato per Marco Reguzzoni, candidato con Forza Italia. "Se la Lega non fa più la Lega e non fa il sindacato del territorio, allora si vota per qualcun altro..." aggiunge Grimoldi. 

01:00 - Donzelli: "Il governo ne esce più forte" - "In Europa tutti i governi hanno risentito della crisi, il governo italiano esce più forte da queste elezioni". Lo ha detto il responsabile Organizzazione di Fdi, Giovanni Donzelli, parlando con i giornalisti al comitato elettorale del partito. 

00:54 - Boccia (Pd), c'è un'alternativa alle destre in Italia - "Quello che speravamo sta venendo fuori, c'è un'alternativa alle destre, in Italia. Regge la nostra idea di politica progressista anche in Europa, dove la dinamica è complessa". Lo ha detto il capogruppo Pd al Senato. Francesco Boccia, a Porta a Porta, in diretta dal Nazareno.

00:50 Ronzulli(FI),a settembre Tajani aveva scommesso sul 10% - A settembre il segretario Tajani aveva indicato il 10% come obiettivo per Forza Italia, anzi, aveva scommesso su questo risultato. Aspettando i risultati definitivi, per noi dall'8% in su è un grande successo. Dobbiamo essere orgogliosi e fieri di questo risultato per il lavoro che abbiamo fatto fino adesso". Così a Porta a Porta la senatrice di Forza Italia e vice presidente del Senato, Licia Ronzulli.

00:45 - Proiezione YouTrend-Sky - Secondo una media di prime proiezioni elaborate da YouTrend per Sky Tg24, Fratelli d'Italia è il partito più votato alle elezioni europee in Italia con il 28% delle preferenze. Segue il Partito Democratico con il 23,6%. Terza piazza per il Movimento 5 Stelle con il 10,8%, poi Forza Italia al 10,1%. La Lega è all'8,4%, Avs al 6,8%. Sue al 3,9% e Azione al 3,6%. 

00:43 - Meloni: siamo il primo partito - "Fratelli d'Italia si conferma primo partito italiano, superando il risultato delle scorse elezioni politiche". Lo scrive sui social la presidente del Consiglio Giorgia Meloni postando una foto in cui fa con la mano il segno della vittoria.

00:39 - Nuova proiezione Rai: Fdi cresce -  FdI al 28,5%: il risultato alle elezioni europee va oltre la scommessa della premier Giorgia Meloni che in campagna elettorale aveva fissato l'asticella al risultato ottenuto alle scorse politiche (26%). Fa bene il Pd a guida Elly Schlein: rispetto al 19% del 2022, i voti per i Dem arrivano a quota 23,7%. E' questa la fotografia dei partiti alle elezioni europee secondo una nuova proiezione di Opinio Italia per la Rai. Il campione è del 18%.

Cresce Forza Italia che riesce nell'impresa di superare l'alleato di governo leghista: gli azzurri (con Noi moderati) arrivano al 10 da circa l'8% di due anni fa alle politiche mentre il partito di Salvini si ferma all'8,3% (contro l'8,8% circa nel 2022).

Crolla invece il M5S che scende dal 15,4% delle ultime elezioni all'10,5%. Al contrario Alleanza verdi sinistra aumenta considerevolmente i propri voti attestandosi al 6,7%, più che assicurata l'entrata al Parlamento europeo e l'elezione di Ilaria Salis. Arrivano al 4% gli Stati Uniti d'Europa, e quindi anche loro possono andare all'Europarlamento, mentre Azione - stando alla proiezione - è al 3,4%. Pace, Terra e Dignità si ferma al 2,4% e le altre liste sotto il 2%.

00:34 - Terza proiezione Mediaset -  Primo partito con il 28,3% è Fdi, segue il Pd con il 23,9%. E' la terza proiezione per le Europee di Mediaset. La copertura del campione è del 43%. M5s è all'10,5%, Fi-Noi Moderati 10%, Lega 8,4, Avs 5,6, Sue 5,3, Azione 3,4.

00:27 - Seconda proiezione Rai - Fdi al 28,5% nella seconda proiezione per le Europee del Consorzio Opinio per la la Rai, il Pd è al 23,7. Il campione è del 18%. Seguono: M5s al 10,5%, Fi 10, Lega 8,3, Avs 6,7, Sue 4, Azione 3,4, Pace Terra Dignità 2,4 e le altre liste sotto il 2%

00:24 - Seconda proiezione Mediaset

Primo partito con il 28% è Fdi, segue il Pd con il 24%. E' la seconda proiezione per le Europee di Mediaset. La copertura del campione è del 32%. M5s è all'11%, Fi-Noi Moderati 10,2%, Lega 8,2, Avs 6,7, Sue 3,8, Azione 3,4.

00:20 - Calo storico dell'affluenza -  Alla chiusura dei seggi è del 49,49% l'affluenza alle urne per le Europee quando sono arrivati i dati di 54.238 sezioni su 61.650. Dunque, per la prima volta, per le Europee meno di un italiano su 2 è andato a votare. Ad eccezione del 2004, quando il dato definitivo fu del 71,7% e del 1999 con il 69,8%, l'affluenza per le europee ha visto un costante e progressivo vistoso calo. Nel 2014 votò, alla chiusura dei seggi, il 57,22% degli aventi diritto mentre nel 2019, quando si votò solo di domenica, alle urne andò il 54,5%

00:18 - Ilaria Salis eletta - "Ne abbiamo sentite molte. Ci hanno accusato di usare candidature a fini strumentali. Abbiamo fatto bene ad agire. Ilaria Salis da stasera è un europarlamentare". Lo ha detto il leader di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni nel comitato elettorale di Avs a Roma. "Da qui mandiamo un grande abbraccio a Ilaria, la battaglia per la democrazia comincia oggi ma sarà ancora più forte", ha aggiunto il portavoce di Europa Verde Angelo Bonelli

00:09 - Le proiezioni Mediaset - Primo partito con il 27,5% è Fdi, segue il Pd con il 23,8%. E' la prima proiezione per le Europee di Mediaset. La copertura del campione è del 26%%. M5s è all'11,2%, Fi-Noi Moderati 10,4%, Lega 8,5, Avs 6,7, Sue 3,9, Azione 3,2.

00:07 - Le proiezioni La7 -  Nella prima proiezione per le Europee 2024 Fdi è il primo partito con il 27.5%, seguito dal Pd con il 23.2%. Sono i dati di Swg per La7. M5s al 10.8%. Nel centrodestra, Fi con il 10% si posizione davanti alla Lega che raggiunge il 8.6%. Per gli altri schieramenti, Avs con il 6.9%.

00:05 - Ursula von der Leyen: fiduciosa nel secondo mandato -  "C'è ancora molto da fare ma sono fiduciosa per quanto riguarda il mio secondo mandato". Lo ha detto la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen parlando ai giornalisti all'Eurocamera. "Da domani ci rivolgeremo a S&D e Renew, con i quali abbiamo una relazione costruttiva e provata. Il nostro obiettivo è continuare sul cammino di una piattaforma pro-Ue, pro-Ucraina e pro-Stato di diritto. Ci sono forze che vogliono indebolire l'Europa, ma la maggioranza dei cittadini europei, con questo voto, ha chiarito che vuole un'Europa forte", ha aggiunto.

00:01 - Prime proiezioni Rai - FdI 27,7% ​Pd 23,7% ​M5S 11,1% ​FI 10,5% ​Lega 8% ​Avs 6,6%

23:50 - Secondo exit poll a Firenze -  Nel secondo exit poll per le comunali a Firenze la candidata del centrosinistra, Sara Funaro, è prima con una forchetta tra 40.5-44.5%, seguito dal candidato del centrodestra Eike Schmidt con 32.5-36.5%. Sono i dati di Swg per La7. Stefania Saccardi di Italia Viva di Italia Viva è terza con 8-12%.

23:45 - Sindaco di Bari: avanti il Pd - Nel primo exit poll per le comunali di Bari Vito Leccese (Pd) è al 42-46%, Fabio Romito (centrodestra) al 31-35%. Sono i dati del Consorzio Opinio Italia per la Rai. Michele Laforgia (M5s e Sinistra Italiana) ha una forchetta tra il 20-24%, mentre Nicola Sciacovelli si ferma allo 0,0-1,0%.

23:29 - Secondo exit poll La7 -  el secondo exit poll per le Europee 2024 Fdi è il primo partito con una forchetta tra 26-30%, seguito dal Pd con 21.5-25.5%. Sono i dati di Swg per La7.
Il Movimento Cinque Stelle è il terzo partito con 10-14%. Nel centrodestra, Fi con 8.5-10.5% appaiato con la Lega, che ha 8-10%. Per gli altri schieramenti, Avs tra 4.5-6.5%.

23:37 - Secondo intention poll Mesiaset - Nel secondo intention poll per le Europee 2024 Fdi è il primo partito con il 25,5-29,5%, seguito dal Pd con il 21,5-25,5%. Sono gli intention poll di Mediaset. Terzo partito è M5s con un forchetta tra il 10,5 e il 14,5%. Nel centrodestra, Fi con l'8-12 si posizione solo di misura davanti alla Lega (6-10%). Per gli altri schieramenti, Avs si posiziona tra il 5,5 e il 7,5%, Sue tra il 3 e il 5, Calenda tra il 2,5 e il 4,5.

23:36 - Meloni segui i risultati in casa con la sorella - La presidente del Consiglio Giorgia Meloni, che è anche presidente di Fdi e candidata da capolista in tutte le circoscrizioni, secondo quanto si apprende starebbe seguendo a casa, insieme alla sorella Arianna. Non è escluso che la premier possa raggiungere in nottata i big riuniti all'hotel Parco dei Principi, a due passi da Villa Borghese a Roma, a seguire l'andamento del voto.

23:31 - Gli exit poll di Bergamo - Nel primo exit poll per le comunali a Bergamo Elena Carnevali (centrosinistra) è in testa con una forchetta tra il 53% e il 57%. Segue il candidato del centrodestra Andrea Pezzotta tra il 39% e il 43%. Sono i dati del Consorzio Opinio Italia per la Rai. Vittorio Apicella, del Movimento 5 Stelle, è tra il 3% e il 5%.

23:30 - I dati sull'affluenza - Per le elezioni europee alla chiusura dei seggi alle ore 23 ha votato il 48% circa degli aventi diritto. È quanto emerge dai primi dati del Viminale pubblicati sul portale 'Eligendo' arrivati dopo quasi un'ora dalla chiusura dei seggi e relativi a meno della metà delle 61.650 sezioni. Alle precedenti elezioni europee, nel 2019, l'affluenza finale era stata del 54,5%

23:22 - A Cagliari Massimo Zedda verso la vittoria - Nel primo exit poll per le comunali di Cagliari Massimo Zedda (centrosinistra) ha una forchetta tra il 59 e il 63%, mentre Alessandra Zedda (centrodestra) è al 31-35%. Seguono Giuseppe Fabris (2,5-4,5%) e Claudia Ortu (0,5-2,5%) Sono i dati del Consorzio Opinio Italia per la Rai.

23:20 - I risultati a Perugia - Nel primo exit poll per le comunali di Perugia Vittoria Ferdinandi (centrosinistra) è al 49-53%, mentre la candidata del centrodestra Margherita Scoccia è al 44-48%. Seguono Massimo Monni (1-3%) e Leonardo Caponi (0,0-2,0%). Sono i dati del Consorzio Opinio Italia per la Rai.

23:15 - La suddivisione dei seggi -  Secondo una prima stima di YouTrend per Sky Tg24, Fratelli d'Italia conquista 22 seggi al parlamento europeo, contro i 18 del Pd. Il Movimento 5 Stelle porterebbe a casa 10 seggi, Forza Italia e Lega 7, Avs 6, Sue 5, Svp 1. Nessun seggio, secondo le prime stime, per Azione.

23:12 - I risultati di Firenze -  Nel primo exit poll per le comunali di Firenze Sara Funaro (centrosinistra) ha una forchetta tra il 42-46%, seguita dal candidato di centrodestra Eike Schmidt con il 30-34%. Sono i dati del Consorzio Opinio Italia per la Rai. Al terzo posto Stefania Saccardi e Cecilia Del Re, entrambe al 6-8%.

23:11 - Gli exit poll de La7 -  Nel primo exit poll per le Europee 2024 Fdi è il primo partito con una forchetta tra 27.0-31.0%, seguito dal Pd con 21.5-25.5%. Sono i dati di Swg per La7. Il Movimento Cinque Stelle è il terzo partito con 10.0-14.0. Nel centrodestra, Fi con 7.5-9.5% ha la stessa forchetta della Lega. Per gli altri schieramenti, Avs tra 4.0-6.0.

23:10 - Piomente, Centrodestra avanti -  Nel primo exit poll per le regionali in Piemonte Alberto Cirio (centrodestra) è al 50-54%, Gianna Pentenero (centrosinistra) è al 34-38. Sono i dati del Consorzio Opinio Italia per la Rai

23:08 - Gli exit poll di Mediaset -  Nel intention exit poll per le Europee 2024 Fdi è il primo partito con il 25,5-29,5%, seguito dal Pd con il 21-25%. Sono gli intention poll di Mediaset. Terzo partito è M5s con un forchetta tra il 10 e il 14%.
Nel centrodestra, Fi con l'8-12 si posizione solo di misura davanti alla Lega (7-11%). Per gli altri schieramenti, Avs si posiziona tra il 4,5 e il 6,5%, Sue tra il 3,5 e il 5,5, Calenda tra il 2,5 e il 4,5

23:07 - Gli exit poll di Sky -  Nel primo exit poll per le Europee 2024 Fdi è il primo partito con il 26,5%, seguito dal Pd con il 23%. Sono i dati instant/Previsione Youtrend - Sky TG24. Terzo partito è il Movimento 5 Stelle con il 12,5%.
Nel centrodestra, Fi al 9,5% si posiziona davanti alla Lega che raggiunge il 9%. Per gli altri schieramenti, Avs al 5,5%, Sue 4,5% e Azione al 3,5%.

23:05 - I dati del partiti  - FdI tra il 26% e il 30%: se anche fosse confermato il dato più basso il partito della premier Giorgia Meloni confermerebbe il risultato delle ultime politiche, restando al primo posto e raggiungendo l'asticella fissata durante la campagna elettorale. In crescita il Partito democratico a guida Elly Schlein: rispetto al 19% del 2022, i voti per i Dem oscillano fra il 21 e il 25%. E' questa la prima fotografia dei partiti alle elezioni europee secondo i primi exit poll di Opinio Italia per la Rai.

Lega e Forza - che hanno ingaggiato una accesa competizione nelle ultime settimane nonostante governino insieme - vedono gli azzurri leggermente avanti: il partito di Salvini viaggia fra l'8 e il 10% (contro l'8,8% circa nel 2022), mentre quello guidato da Antonio Tajani tra l'8,5 e il 10,5% contro l'8% delle politiche.

Sempre secondo i primi dati, in calo il M5s che dal precedente 15,4% delle politiche registrerebbe una perdita tra poco più di uno e cinque punti (la forchetta è 10-14%). Al contrario Alleanza verdi sinistra sale dal 3,6% a un risultato che varia fra il 5 e il 7% ma che comunque assicura l'entrata al Parlamento europeo. Che invece, con la soglia del 4%, resta incerta per Calenda (3-5%) e per gli Stati Uniti d'Europa (3,5-5,5%). Tutti gli altri partiti - viene evidenziato - sarebbero sotto il 2%.

23:00 - Primi exit poll -  Nel primo exit poll per le Europee 2024 Fdi è il primo partito con il 26-30%, seguito dal Pd con il 21-25%. Sono i dati del Consorzio Opinio Italia per la Rai. Terzo partito è M5s con un forchetta tra il 10 e il 14%.
Nel centrodestra, Fi con l'8,5-10,5 si posiziona di misura davanti alla Lega (8-10%). Per gli altri schieramenti, Avs si posiziona tra il 5 e il 7%, Sue tra il 3,5 e il 5,5, Calenda tra il 2,5 e il 4,5. Pace, Terra e Dignità 1-3%, Libertà 0,0-2,0. Alternativa Popolare 0,0 - 1,0, Altre 0,0 - 2,0.  

 

  
I più recenti
Salis, chi occupa case disabitate toglie solo al racket
Salis, chi occupa case disabitate toglie solo al racket
Ballottaggi, alle 19 l'affluenza al 27,89%
Ballottaggi, alle 19 l'affluenza al 27,89%
Ballottaggi: Romito 'consegnata a elettore scheda già votata'
Ballottaggi: Romito 'consegnata a elettore scheda già votata'
Casellati, la riforma del premierato serve al Paese
Casellati, la riforma del premierato serve al Paese
Teleborsa
Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...