Tiscali.it
SEGUICI

Meloni si candida alle elezioni europee: “Sarò capolista in tutte le circoscrizioni. Sulla scheda scrivete Giorgia"

La premier chiude a Pescara la conferenza programmatica di Fratelli d'Italia organizzata in vista delle elezioni europee dell'8 e 9 giugno

TiscaliNews   

"Ho deciso di scendere in campo per guidare le liste di Fratelli d’Italia in tutte le circoscrizioni elettorali, se sopravvivo". Alla fine Giorgia Meloni ha pronunciato la fatidica frase sul palco della kermesse organizzata da Fratelli d’Italia in vista delle elezioni in Ue dell'8 e 9 giugno. La presidente del Consiglio, che è anche presidente di Fdi e di Ecr (i conservatori europei), chiude la conferenza programmatica con un intervento che parte dallo scherzo: "Grazie a Salvini anche se ci ha preferito il ponte", e finisce con la dichiarazione: "Vogliamo creare una maggioranza che metta insieme le forze di centrodestra e mandare all'opposizione la sinistra anche in Ue è una impresa difficile ma possibile e dobbiamo tentare". Meloni dal palco di Fdi a Pescara ha sottolineato che "possiamo portare anche in Europa il modello italiano, sarebbe una rivoluzione in cui il partito dei conservatori è strategico e fondamentale".

Mai con la sinistra, in Italia e a Bruxelles

"Siamo una coalizione che sta insieme non per interesse ma per scelta, e si vede dai risultati che stiamo portando a casa", ha detto la premier nel suo intervento. "Esiste ancora un partito comunista, tanto per capire dove sono i nostalgici dei totalitarismi in questo paese", ha detto ancora Meloni precisando: "Quando noi diciamo 'mai con la sinistra' non stiamo utilizzando uno slogan buono da campagna elettorale ma da buttare il giorno dopo, parliamo di qualcosa che è nel nostro dna. Vale a Roma e vale a Bruxelles, non ci interessa stare con tutti o dove stanno tutti". E ancora sul tema: "In queste settimane c'è chi sta confondendo i piani tra la maggioranza in parlamento europeo e la commissione" per "insinuare una sorta di nostra presunta disponibilità ad allearci con i socialisti", ha premesso Meloni. "Non ci interessa stare con tutti, staremo solo dove le nostre idee si possono realizzare", ha aggiunto.

A Schlein: “Con noi contro nuovi schiavisti?”

Nel suo discorso, Meloni ha pure chiamato in causa la sua avversaria politica che ha già dichiarato la propria candidatura: "Bisogna seguire i soldi, bisogna attaccare i trafficanti al cuore. Ci dicano in Italia e in Europa, dove vogliono stare gli altri. Vogliono stare con noi, dalla parte di chi vuole combattere i nuovi schiavisti, o dalla parte dell'immigrazione illegale di massa che fa la fortuna di quella rete criminale. E lo chiedo in particolare alla segretaria Pd Elly Schlein: serve su questo una parola chiara".

Non tolgo un minuto ad attività governo

E a proposito della polemica sulle candadature di pezzi da 90 della politica che poi non andranno al Parlamento Europeo perché impegnati in altre mansioni, tipo quella di premier, Meloni ha detto dando una stoccata all'avversaria Schlein: "Non toglierò un solo minuto dell'attività del governo per fare campagna elettorale sul mio nome. Siccome non sono la segretaria del Partito democratico sono sicura che il partito mi darà una mano in questa campagna elettorale".

"Scrivete Giorgia, sono una del popolo"

"Chiedo agli italiani di scrivere il mio nome, ma il mio nome di battesimo" alle europee. "Sono fiera che la maggior parte dei cittadini che si rivolge a me mi chiami Giorgia. Io sono stata derisa per anni per le mie radici popolari, mi hanno chiamata pesciarola, borgatara...perché loro sono colti....Ma io sono fiera di essere una persona del popolo", ha detto la premier e leader di FdI a conclusione del suo intervento. "Se volete dirmi che ancora credete in me scrivete sulla scheda Giorgia, perchè io sono e sarò sempre una di voi. Il potere non mi cambierà, il palazzo non mi isolerà. Io ho bisogno di sapere ancora una volta che ne vale la pena".

TiscaliNews   
I più recenti
Europee, Schlein: espulsione Afd operazione ipocrita di facciata
Europee, Schlein: espulsione Afd operazione ipocrita di facciata
Europee, Conte: non è derby con Schlein, vogliamo reddito Ue
Europee, Conte: non è derby con Schlein, vogliamo reddito Ue
Europee, Salvini: no a Draghi, obiettivo maggioranza centrodestra
Europee, Salvini: no a Draghi, obiettivo maggioranza centrodestra
Calenda: governo in confusione, il redditometro va cambiato
Calenda: governo in confusione, il redditometro va cambiato
Teleborsa
Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...