Exit poll elezioni regionali Sicilia: Musumeci in vantaggio su Cancelleri. Crollo del Pd

Nei sondaggi Piepoli per la Rai Nello Musumeci è al 35-39%, Giancarlo Cancelleri tra il 33 e il 37%. Negli exit poll per la7 Musumeci è dato tra il 36 e il 40% e Cancelleri tra il 34 e il 38%. Guerini: 'Sconfitta netta'. Faraone (Pd) ringrazia Micari: 'Ha avuto il coraggio che non ha avuto Grasso'

Nello Musumeci
Nello Musumeci
TiscaliNews

Dalle 8, via allo spoglio dei voti per l'elezione del presidente della Regione e dell'Assemblea. Secondo gli exit poll, il candidato del centro destra Nello Musumeci è avanti, ma a un'incollatura c'è Giancarlo Cancelleri del M5s. Il Pd crolla. Secondo il secondo exit poll de La7 (che conferma il primo): Musumeci allunga con una forbice tra 36,5-40,5, Cancelleri al 33,5-37,5, Micari al 16-20%, Fava 6-9%. A vincere è però "partito del non voto": solo il 46,76% ha votato per l'elezione del presidente della Regione e dell'Assemblea, mentre il 53,23% ha disertato le urne. Rispetto al 2012 quando aveva votato il 47,41%, il dato dell'affluenza è in calo dello 0,65%.

Exit poll Piepoli per la Rai

Exit poll Piepoli per la Rai sulle elezioni del presidente della Regione Sicilia (Copertura 80%): - Giancarlo Cancelleri 33-37% - Claudio Fava 7-11% - Fabrizio Micari 16-20% - Nello Musumeci 35-39%. Primo Exit poll partiti (sempre Piepoli per la Rai): Giancarlo Cancelleri M5S 27 - 31% Claudio Fava Presidente Cento passi per la Sicilia 7 - 11% Fabrizio Micari Pdr Sicilia Futura 5 - 8% Micari Presidente 5 - 8% Alternativa Popolare Centristi per Micari 2 - 5% Partito Democratico 8 - 12% Nello Musumeci Diventirà bellissima - Per la Sicilia 3 - 6% Nello Musumeci Presidente 6 - 9% Rete Democratica - Unione di Centro 5 - 8% Popolari e Autonomisti - Idea Sicilia 2 - 5% Forza Italia 11 - 15% Roberto La Rosa Siciliani Liberi 0 - 2%.

Crollo Pd

"La cosa certa è che il governo è stato sfiduciato dall'80% dei siciliani. Ora scioglimento del Parlamento ed elezioni subito", dice il leader della Lega Matteo Salvini commentando gli exit poll in Sicilia. "Se i risultati confermeranno gli exit poll  ci troveremmo davanti a una sconfitta tanto annunciata da tempo quanto netta e indiscutibile", dice il coordinatore del Pd, Lorenzo Guerini. Tra i dati più evidenti quello relativo al calo dell'affluenza al voto. Se il trend non si invertirà, sarà al di sotto di quella registrata cinque anni fa, quando a urne chiuse votò il 47,41% degli elettori, col "partito del non voto" che toccò quota 52,59%: ben oltre la metà degli elettori aventi diritto.

Maggioranza non vota, alle urne solo 46,76%

In totale, secondo il dato definitivo, hanno votato 2.179.474 elettori su 4.661.111 aventi diritto, mentre cinque anni fa avevano votato 2.203.165 persone. Solo in tre province su nove la percentuale è più alta rispetto al 2012: a Messina ha votato il 51,69% (51,24%), a Catania il 51,58% (51,09%) e a Palermo il 46,4 (46,28%). Nel resto dell'isola l'affluenza è stata inferiore: Siracusa 47,55% (48,48%), Ragusa 47,48% (49,63%), Trapani 45,43% (47,53%), Caltanissetta 39,83% (41,35%), Agrigento 39,6% (41,34%), Enna 37,68% (41,7%). Catania e Messina quindi sono le provincie dove ha votato oltre la metà dell'elettorato, in particolare la provincia etnea è quella dove è più forte la base elettorale del candidato di centrodestra Nello Musumeci, mentre a Caltanissetta, città d'origine di Giancarlo Cancelleri (M5s), si è registrata una flessione di quasi 2 punti.