Il miglior portatore di benessere è lo Yoga della risata: cosa è e perché praticarlo rende felici. Anche in azienda

Si pratica in gruppo e si sta diffondendo anche in Italia. I benefici sono documentati dalla scienza: produce cortisolo limitando lo stress, aiuta gli anziani anche contro l'alzheimer. E in azienda migliora le prestazioni

Il miglior portatore di benessere è lo Yoga della risata: cosa è e perché praticarlo rende felici. Anche in azienda
TiscaliNews

Roma, Torino, Milano e Firenze: sta prendendo piede anche in Italia, in particolare nelle aziende, per diffondere gioia in ambienti lavorativi troppo spesso ottenebrati dal peso dell'attività ripetitiva e da un clima padronale difficile da superare. Ma anche la scuola e la famiglia possono trarre veri benefici da questa pratica, per non parlare di ambienti socio-sanitari dove i vantaggi sono dimostrati anche in persone disabili o malati di Alzheimer o anche pazienti oncologici, psichiatrici e detenuti. I luoghi dove si avvia lo Yoga della risata si trasformano e le persone che lo praticano traggono benefici certi. 

Che cos'è lo yoga della risata

Si tratta di una disciplina rivoluzionaria che si può praticare senza costi, con estrema facilità e che già seduce più di 3 milioni di persone in più di 100 Paesi. L'importante per la sua riuscita è che si faccia in gruppo. L'intuizione dello yoga della risata, nato nel 1995, consiste nel fatto che si possa ridere (e di gusto) senza l'ausilio di comicità e portando il corpo a farlo per scelta, combinando tecniche di yoga con le risate diaframmatiche. 

Poi interviene la scienza a dirci che la risata produce gli stessi benefici effetti sia che arrivi da un input esterno che da un'autoinduzione: per il nostro cervello fa lo stesso, bastano dieci o quindici minuti di risate. A provocarli sono i neuroni specchio che si attivano grazie al contatto visivo che si mette in atto durante la seduta dello yoga. La risata diviene in breve contagiosa, spontanea e liberatoria. 

I benefici

Ridere per dieci minuti di fila provoca benessere e ha effetti sull'umore, funzionando da antidepressivo e ansiolitico. Scrive l'Ansa che, "aumentano la respirazione e l’ossigeno che arriva ai tessuti e quindi l’energia, si rinforzano le difese immunitarie, diminuisce la pressione, si allevia il dolore, si potenziano l’intelligenza emotiva e la resilienza". 

I benefici sono descritti anche dalla letteratura scientifica: abbassamento dello stress e aumento dell’autoefficacia sul posto di lavoro; abbassamento del cortisolo, l’ormone dello stress, dopo una sola sessione; abbassamento della pressione sanguigna; prevenzione dell’invecchiamento e miglioramento delle condizioni di salute degli anziani, contrasto della depressione geriatrica, al pari dell’esercizio fisico, e nella popolazione attiva come terapia aggiuntiva; miglioramento delle condizioni psicologiche delle persone malate di cancro, anche prima di sottoporsi a chemioterapia.