Tiscali.it
SEGUICI

“L’amore vince”: MJ Rodriguez e la vittoria ai Golden Globes della prima transgender

Cerimonia via Zoom e senza red carpet ma felicità alle stelle per l’attrice protagonista di “Pose” amatissima dal movimento LGBTQI+ e non solo

Giuseppe Fantasiadi Giuseppe Fantasia   
MJ Rodriguez vincitrice del Golden Globe per 'Pose'
MJ Rodriguez vincitrice del Golden Globe per "Pose"

Gli ultimi Golden Globes hanno deluso l’Italia, vista l’esclusione di È stata la mano di Dio di Paolo Sorrentino (ma c’è possibilità agli Oscar) e di Luca, il film d’animazione Disney diretto da Enrico Casarosa. Cercando di pensare sempre positivo, fa però piacere che ad essere premiata sia stata Michaela Jaé Rodriguez, nota semplicemente come MJ Rodriguez, che ha vinto come Migliore Attrice nella serie televisiva Pose. Ha recitato nei panni di Blanca Evangelista, personaggio che le ha permesso di raggiungere non solo la fama, ma anche il titolo di prima persona transgender a vincere il prestigioso premio.

È pazzesco pensare che prima di Pose niente di tutto questo fosse nemmeno un pensiero nella mente di nessuno”, disse tempo fa la 31enne al Guardian e queste sue parole sono ancora più vere. La sua gioia l’ha espressa e commentata su Instagram, confessandosi così agli oltre 1 milione di follower. 

Il commento su Instagram: “Non eravamo mai stati in quegli spazi, questa è una porta che si apre”

“Non eravamo mai stati in quegli spazi, su quei set, a Hollywood” e nessuna persona trans aveva mai ricevuto premi per la propria performance in una serie televisiva. Questo è stato il potere di Pose: il suo impegno reale per la rappresentazione. Si tratta della serie tv con il maggior numero di persone trans nella storia, tutte di origini diverse. “Grazie!”, ha scritto Rodriguez su Instagram celebrando la vittoria, “questa è una porta che si apre per molti altri giovani talenti. Vedranno che è più che possibile. Vedranno che una giovane ragazza latina nera di Newark, nel New Jersey, che aveva un sogno di cambiare le menti ci è riuscita CON AMORE”, ha scritto l'attrice improvvisando anche una diretta sul canale social per fare un discorso di ringraziamento. Rodriguez era candidata assieme a Uzo Aduba per Treatment, Jennifer Aniston per The Morning Show, Christine Baranski per The Good Fight e Elisabeth Moss per The Handmaid's Tale. "Per i nominati – ha ricordato - siamo delle regine. Sono così felice di condividere lo spazio con voi! Ognuna di voi donne è fenomenale".

Il personaggio di Blanca

Blanca è uno dei personaggi più amati della serie Netflix dedicata alla cultura dei ball e alla comunità LGBT+ nella New York degli anni 80. Fa da madre alla chosen family che costruisce attorno a sé e con la sua costante gentilezza e il suo altruismo sostiene tutti quelli che vacillano anche quando l'AIDS inizia a devastare la comunità. “Il personaggio mi somiglia ma è più glamour di me, io sono più tranquilla. Vivo a Newark dove posso rilassarmi a casa lontano dallo stress. Ammiro Blanca per tutto quello che, come donna transgender latina, ha attraversato dal 1987 al 1990 adottando i ragazzi più sbandati, spronandoli a migliorare dentro e fuori dalle ballroom dove si sfidavano con il vogueing. Ora invece, per fortuna, c’è più possibilità di esprimersi normalmente”.

Sono felice, però - ha aggiunto - che quel copione abbia preso vita tramite la mia bocca perché non credo che sarei stata in grado di capire a fondo la mia vita senza quelle pagine. Per molte di noi sono stati i nostri primi ruoli, specialmente in quanto donne di colore, e io mi assicuro di tenere Blanca sulla mia spalla, in tasca o nella borsa. Ovunque abbia bisogno di lei, la porto con me”.

I Golden Globes senza riflettori e la vittoria de “Il potere del cane” di Jane Campion, altro simbolo a tematica LGBTQI+

La cerimonia di quest’anno, per via della pandemia si  è svolta lontano dai riflettori senza red carpet, né palco, né annunci in diretta a causa del Covid, ma anche a seguito di uno scandalo sui finanziamenti che ha coinvolto gli organizzatori della manifestazione.

Dopo un anno di furenti polemiche nei confronti dell’HFPA (Hollywood Foreign Press Association), poi, accusata di scarsa inclusività tra i giurati, i Golden Globes meno attesi di sempre hanno premiato anche un altro film con tematiche gay. Si tratta di Il potere del cane, di Jane Campion, che abbiamo visto lo scorso settembre all’ultima Mostra del Cinema di Venezia dove vinse il Leone d’argento/Premio speciale per la regia. L’altra sera, a Los Angeles, ha vinto il Globo più ambito come Miglior Film Drammatico, battendo in volata Belfast e King Richard. Protagonista è Benedict Cumberbatch, omofobo represso nel Montana del 1924, bravissimo nel suo essere spaventoso. Il film ha visto trionfare anche Jane Campion, incoronata miglior regista 12 mesi dopo la vittoria di Chloé Zhao, e Kodi Smit-McPhee, efebico e misterioso adolescente che ammalia il protagonista.

Giuseppe Fantasiadi Giuseppe Fantasia   
I più recenti
Salute, Gornati (Trenord): Sosta per recupero psicofisico macchinista e capotreno
Salute, Gornati (Trenord): Sosta per recupero psicofisico macchinista e capotreno
Piazza San Carlo, appello bis per Appendino
Piazza San Carlo, appello bis per Appendino
Salute, Santagata (Arriva Italia): Con Spedali di Brescia valutazione rischio posturale autisti
Salute, Santagata (Arriva Italia): Con Spedali di Brescia valutazione rischio posturale autisti
Teleborsa
Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...