Luxuria: “Col Coronavirus non si scherza: 'distanti ma uniti' vale anche anche sessualmente”

La nota attivista LGBTQI si rivolge ai suoi fan via Facebook: “Evitiamo ed evitate in questo periodo anche incontri di tipo sessuale. Aspettiamo tempi diversi per godere di più la vita”

Luxuria: “Col Coronavirus non si scherza: 'distanti ma uniti' vale anche anche sessualmente”

Tutto è chiuso, tutti a casa. Il Coronavirus ha cambiato completamente il nostro modo di vivere, ci ha costretto a ripensare alle nostre giornate dal punto di vista lavorativo, organizzativo, degli affetti. Stare in casa h24 con la persona che si ama o con la propria famiglia può essere un bene complicato, soprattutto in spazi contenuti, ma si può dire lo stesso di chi è solo dalla mattina alla sera, ben sapendo che poi lo sarà anche nei giorni successivi, almeno fino a quando questa situazione non arriverà – si spera – ad una sua conclusione.

In tanti, tantissimi, in questi giorni, hanno detto e continuano a dire la loro sui social, soprattutto su App dedicate e Instagram, facendo stories o dirette con amici, di prima mattina, all’orario dell’aperitivo o dopo cena poco importa. Ciò che conta è farsi sentire e reagire in nome di quell’#andratuttobene che è diventato il simbolo di un orgoglio italico quasi più dell’inno nazionale. Sono tanti i personaggi della cultura, dello spettacolo, dello sport come della musica che intrattengono sé stessi prima che gli altri su quei canali: c’è chi fa un mini concerto, chi legge passi di un romanzo o una poesia, chi fa ricette e chi da’ consigli di altro genere, ma non per questo meno importanti, anzi. Una come Vladimir Luxuria, scrittrice e attivista transgender, ad esempio, ha deciso di usare Facebook per parlare del “sesso ai tempi del Coronavirus”. Qui la sua pagina.

Mi voglio rivolgere alla nostra comunità Lgbtqi per dire che che non abbiamo mai consigliato la castità, ma sempre il sesso sicuro per quello che riguarda l’Aids e le altre malattie sessualmente trasmissibili con campagne di prevenzione”, precisa con un video sulla sua pagina ufficiale prendendo spunto dalla campagna sociale “Distanti ma uniti” lanciata qualche giorno fa dal ministro dello Sport Vincenzo Spadafora a cui hanno già aderito tantissimi sportivi e calciatori, da Bebe Vio a Francesco Totti, da Valentino Rossi a Federica Pellegrini.

"Evitate incontri di tipo sessuale"

“Questa volta però - aggiunge l’ex parlamentare stando seduta sul divano di casa e senza un filo di trucco - è diverso perché è davvero difficile, diciamo impossibile, proteggersi dal Coronavirus”. “Pertanto, nonostante io di nome d’arte faccia Luxuria, sono qui a darvi un consiglio: evitiamo, evitate in questo periodo incontri di tipo anche sessuale. Se non ci si può dare neanche la mano, figuratevi se ci si può dare il resto, no?”.

Se avete bisogno – continua - se non avete un compagno col quale convivete, ragazzi, sfoghiamo e sfogate in maniera diversa la cosa con un film porno, con il sesso virtuale usando internet, con le chat. Fatelo in qualsiasi modo, ma evitiamo incontri ravvicinati, contatti fisici, perché con il Coronavirus non si scherza. Distanti, ma uniti vale soprattutto sessualmente. Dobbiamo solo aspettare tempi diversi in cui potremo godere di più la vita”.