Il Festival di Berlino diventa no gender: l'Orso d'oro sarà unico e andrà al miglior ruolo

Via l'attrice e l'attore migliore. La rivoluzione al noto festival tedesco si adatta alla necessità di parificare i ruoli e le opportunità. "Un segnale verso una maggiore consapevolezza di genere nell'industria cinematografica"

Il Festival di Berlino diventa no gender: l'Orso d'oro sarà unico e andrà al miglior ruolo
TiscaliNews

Un festival di Berlino rinnovato, attualizzato ai tempi che corrono. Quelli nei quali si richiede maggior rispetto per le persone e più attenzione ai dettagli. Come quello che storicamente faceva sì che i premi fossero declinati a seconda del genere: miglior Attore protagonista, miglior attrice protagonista, come del resto si fa in molti festival cinematografici. Il Leo ne d'oro quest'anno verrà invece assegnato al migliore ruolo protagonista e migliore ruolo secondario. 

Premi no gender

Una novità assoluta insomma che non era mai accaduta fino ad oggi. "Non separare più i premi nella professione di attore/attrice secondo il genere sessuale è un segnale verso una maggiore consapevolezza di genere nell'industria cinematografica", hanno detto i curatori del festival Mariette Rissenbeek e Carlo Chatrian.

Il festival di Berlino del 2021 si terrà in presenza nonostante la pandemia del covid-19. Lo hanno comunicato oggi i due curatori. La Berlinale si terrà quest'anno dall'11 al 21 febbraio prossimo con speciali misure di sicurezza. Dal primo settembre comincia l'iscrizione dei film al festival.