"Aiutare gli altri" e fare un'esperienza professionale: al via il Servizio civile per 19mila giovani volontari

Vivono per lo più nelle regioni del Sud Italia e hanno un'età media di 22 anni. Per la prima volta le domande presentate online, 3mila provengono da ben 105 Paesi del mondo

'Aiutare gli altri' e fare un'esperienza professionale: al via il Servizio civile per 19mila giovani volontari
TiscaliNews

Sono 16.149 i giovani che a partire dal 15 gennaio hanno dato inizio al loro percorso nel servizio civile, rispondendo al Bando pubblicato lo scorso 4 settembre. Un numero consistente di giovani volenterosi che, per i più svariati motivi, decidono di mettere un periodo della loro vita al servizio della comunità. Questa ultima infornata di "volontari" si aggiunge ai 2.645 avviati il 16 dicembre scorso, "portando così a 18.794 gli operatori volontari avviati” sui 39.646 complessivamente messi a Bando in Italia e all’estero. La particolarità sta anche nel fatto che per la prima volta il reclutamento è avvenuto interamente online, attraverso l'accesso alla piattaforma predisposta dal governo - piattaforma DOL (Domanda On Line) - per la presentazione delle domande, grazie all'utilizzo del codice Spid. 

Perché scegliere il Servizio Civile

“L’utilizzo della piattaforma – spiega il Dipartimento delle Politiche giovanili e del Servizio Civile Universale (SCU) a Redattore Sociale - è stata anche uno straordinario strumento di raccolta standardizzata dei dati relativi agli oltre 85.000 aspiranti operatori volontari: a chiusura del bando il Dipartimento ha quindi inteso ‘leggere’ questi dati, per capire meglio chi sono i giovani tra i 18 e i 28 anni che hanno scelto di presentare la propria candidatura per il servizio civile, con l’obiettivo di orientare con maggiore consapevolezza il nostro sistema”. 

Chi entra a far parte di questo esercito è presto detto: la stragrande maggioranza sono italiani, 468 cittadini dell’UE provenienti da 19 paesi e 2.425 cittadini Extra UE, provenienti da ben 105 paesi del mondo. Tra gli italiani è interessante notare come un terzo delle domande si concentra su Campania (18,54%) e Sicilia (16,80%). A seguire troviamo la Puglia e la Calabria. insomma il Sud ha quasi due terzi delle donmande rispetto alle altre macroaree. L'età medias è di 22,8 anni e buona parte del totale (54,7%) è iscritta all'Università. 

Aiutare gli altri è il primo obiettivo

Perché i giovani decidono di aderire al Servizio civile? Al primo posto tra le motivazioni c'è la volontà di "essere utili agli altri", mentre acquisire nuove competenze è la seconda motivazione seguita dall’affinità al proprio percorso formativo o professionale. "Il 38,4% dei ragazzi, ossia rispettivamente il 24,5% e il 13,9%, vuole ‘migliorarsi’ da un punto di visto professionale", spiega il Dipartimento, aggiungendo che "il 14,4%, cioè l’11, 2% e il 3,2%, vuole ‘sfidare’ se stesso e mettersi alla prova in un mondo per lui spesso sconosciuto". Infine, solo il 7 per cento cerca nell'esperienza del Servizio civile un'opportunità per "rendersi indipendenti". 

In quali settori si vogliono cimentare i giovani. In pole position troviamo l'educazione e promozione culturale/educazione e promozione culturale e dello sport. Meno richieste invece per progetti relativi ad ambiente e Protezione civile. Ma questo, spiegano gli esperti, è dovuto solo al fatto che i progetti in queste branche tematiche sono ancora pochi.