La Disney presenta il suo primo personaggio dichiaratamente gay. E la Russia lo censura

È la poliziotta ciclope e lesbica Officer Specter, tra i protagonisti di “Oward-Oltre la magia”, in uscita nelle sale il 16 marzo prossimo. A Mosca il film d'animazione viene rimaneggiato e sparisce ogni riferimento all'orientamento sessuale dei protagonisti

La Disney presenta il suo primo personaggio dichiaratamente gay. E la Russia lo censura

Da sempre la Disney ha parlato e mostrato la diversità in tutte le sue forme dei suoi personaggi, ma mai fino ad ora era stato sdoganato un personaggio gay in un suo film di animazione. I più attenti e preparati potranno obiettare che sì, i due gabbiani maschi che compaiono quasi alla fine de La Sirenetta siano indubbiamente gay, per non parlare poi del rapporto particolare tra il falso re d’Inghilterra e Bis in Robin Hood, senza dimenticare l’ambiguità di Ursula, di Scar ne Il re Leone o di Ade in Hercules, ma un personaggio apertamente e (finalmente!) tranquillamente gay, non si era mai visto. Accade invece in Onward-Oltre la magia, nuovo film d’animazione Disney/Pixar la cui uscita nelle sale italiane è stata posticipata al 16 marzo prossimo proprio per via del Coronavirus.

La poliziotta ciclope e lesbica

Ad un certo punto sarà una poliziotta con un occhio solo, un ciclope, ad attirare la vostra attenzione. È l’Officer Specter che è una lesbica dichiarata e che proprio nel film fa coming out quando ferma un’autista per guida irregolare. Alla scusa di lui, che le dice, che il figlio della sua ragazza lo stava distraendo, lei risponde invece che “la figlia della mia compagna mi tormenta tirandomi i capelli”.

Una semplice battuta, direte voi, ma è già qualcosa. “Abbiamo voluto aprire di un pizzico il nostro mondo e farlo più rappresentativo della società intorno a noi”, ha dichiarato il produttore Kori Rae, e a dar voce a Officer Specter sarà l’attrice Lena Waithe, protagonista della serie Netflix “Master of None”, dichiaratamente lesbica.

Non sono mancate, ovviamente, le prime polemiche, a cominciare da quelle della destra religiosa secondo cui “i nostri figli non dovrebbero essere soggetti a cartoni animati di indottrinamento gay”, anche se questa apertura del mondo Disney alla comunità LGBTQIAP dura – lo ripetiamo - il tempo di una battuta.

La censura in Russia

Dalla Russia, poi, sono già arrivate le prime censure e la versione del film lì sarà rimaneggiata, con i dialoghi modificati per non urtare la virilità della gioventù locale, come vogliono i dettami governativi e la simpatica Specter parlerà di “partner” senza fare accenni al suo genere sessuale.

Nel mondo meraviglioso e magico di Onward tutto viene vissuto con normalità ed è questo il suo bello, un qualcosa che saranno gli stessi bambini a capire per primi e a vivere con assoluta naturalezza. Ci sono due fratelli elfi adolescenti che cercano di capire se esiste ancora la magia, dei bambini che hanno due papà, altri ancora che hanno due mamme centauro come, probabilmente, Officer Specter e la sua compagna. Il problema – a quanto pare – è ancora al di fuori.