Battute sui siciliani, sul caldo africano e su una ragazza ghanese: turista milanese cacciato dal B&b

E' accaduto a Palermo in una struttura del centro. L'uomo ha pronunciato frasi razziste contro una collaboratrice di colore

Battute sui siciliani, sul caldo africano e su una ragazza ghanese: turista milanese cacciato dal B&b
TiscaliNews

Alle battute contro i siciliani e soprattutto contro la collaboratrice del b&b di colore i gestori non hanno retto a lungo. Il benservito è arrivato in fretta, dopo una sequela di commenti poco ortodossi - quando non visibilmente razzisti - che hanno indotto i proprietari della struttura ricettiva a dare il benservito all'ospite originario di Milano. 

L'uomo, un settantenne, aveva detto a più riprese che il colore della pelle della donna "non faceva di lei un'italiana" e che il "clima africano" non era del tutto gradito. "Ho sopportato qualche minuto, poi ho deciso di intervenire", racconta Emiliano Nania, marito della titolare del b&b La terrazza sul centro. "La ragazza è una collaboratrice bravissima del b&b e merita rispetto", ha detto il gestore. Il turista milanese è stato quindi invitato a lasciare il b&b un giorno prima della conclusione del soggiorno. 

"Caro ospite ignorante", hanno poi scritto sulla loro pagina Facebook, "per noi nascere a Palermo è sufficiente per essere italiani e se per te i siciliani non lo sono, stai serenamente a casa tua". Si fa riferimento anche alla presunta "superiorità italiana" vantata dal cliente: "Se pensi che il "vero italiano" sia un essere superiore, noi tutti siamo più italiani di te!".