Ha scelto l'eutanasia l'atleta oro alle Paralimpiadi di Rio: a 40 anni se ne va Marieke Vervoort

L'atleta era affetta da una patologia muscolare degenerativa. "Lo sport - aveva detto - mi ha ridato voglia di vivere". Poi la resa davanti ai dolori che le procurava la malattia

Ha scelto l'eutanasia l'atleta oro alle Paralimpiadi di Rio: a 40 anni se ne va Marieke Vervoort
TiscaliNews

Si è spenta, scegliendo di morire all'età di 40 anni, la belga Marieke Vervoort. In carrozzina aveva vinto una medaglia d'oro nei 100 metri e ottenuto un argento nei 200 alle Paralimpiadi di Londra 2012; alle Paralimpiadi di Rio, nel 2016, invece, aveva vinto l'argento nei 400 e si era presa il bronzo nei 100. Da quando aveva 14 anni soffriva di un'incurabile malattia muscolare degenerativa: nel 2008 aveva firmato i documenti per l'eutanasia, che in Belgio è legale.

La sfida più dura

Ieri, come riporta il sito della Bbc, la campionessa ha deciso di andarsene. "Mi sto ancora godendo ogni piccolo momento. Quando avrò più giorni brutti che buoni, allora ho già i miei documenti di eutanasia, ma il tempo non è ancora arrivato", aveva detto durante una conferenza stampa anticipando il gesto che ha compiuto nei giorni scorsi. 

Vervoort era un'atleta molto appassionata la cui attività sportiva era strettamente legata alla sua patologia. Dal basket in carrozzina era passata al nuoto e al triathlon. Come ricorda la Gazzetta dello sport, gareggiava in carrozzina, aveva vinto una medaglia d’oro nei 100 metri T52 e un argento nei 200 metri T52 alle Paralimpiadi di Londra 2012; alle Paralimpiadi di Rio, nel 2016, aveva vinto l’argento nei 400 metri (T51/52) e il bronzo nei 100 metri (T51/52).

Ma già durante le Olimpiadi di Rio de Janeiro aveva manifestato un peggioramento della vista e aveva raccontato di soffrire di attacchi epilettici e annunciato che sarebbe stata la sua ultima competizione. "Mi godrò ogni piccolo momento della mia vita e aggiungerò più energia alla mia famiglia e ai miei amici, cosa che non potevo fare prima perché dovevo allenarmi ogni giorno", aveva dichiarato.