Tiscali.it
SEGUICI

Usa: gli elettori repubblicani credono che gli immigrati “avvelenino il sangue” del Paese

In uno dei suoi comizi, Trump ha accusato gli immigrati di contaminare “il sangue degli Stati Uniti“. Secondo il sondaggio condotto da Cbs News, su 2.870 sostenitori del Grand Old Party quasi la metà è d’accordo con questa affermazione — di Ilaria Marciano

di La Svolta   
Usa: gli elettori repubblicani credono che gli immigrati “avvelenino il sangue” del Paese

Se con l’ingresso alla Casa Bianca di Joe Biden, il 20 gennaio 2021, sembrava (quasi) tramontata l’era Trump, ecco che, con le nuove elezioni presidenziali alle porte, il Tycoon sta dominando la corsa alle nomination repubblicane, con un’inaspettata vittoria in Iowa che ha lasciato increduli molti analisti, statunitensi e non.

L’ascesa di leader estremisti che focalizzano la propria retorica sull'hate speech viene attribuita da politologi e sociologi alla disillusione degli elettori verso le istituzioni o a una diminuzione dell’occupazione e del potere d’acquisto. Tuttavia, c’è una componente di questo fenomeno che spesso viene trascurata, ma sembra essere cruciale, ossia quanto i cittadini siano effettivamente d’accordo con le parole pronunciate.

Proprio in questa direzione va il sondaggio condotto a inizio gennaio dalla testata statunitense Cbs News, che ha rivelato dati sorprendenti sul gradimento del pubblico nei confronti delle affermazioni di natura estremista di Donald Trump.

Nello specifico, una frase fatta contro i migranti, accusati di “avvelenare il sangue” americano, ha ottenuto un consenso sorprendentemente alto: su un campione di 2.870 persone, quasi la metà si è dichiarata d’accordo.

Il sondaggio è stato condotto chiedendo agli elettori registrati di esprimere il loro parere su questa affermazione in due modi: a metà dei partecipanti è stato chiesto se fossero d'accordo o meno, senza però specificare da chi era stata pronunciata la frase; alla seconda metà è stata chiesta la stessa cosa, comunicando però che le parole erano dell'ex presidente Trump.

Il risultato è stato piuttosto allarmante, e solleva interrogativi riguardo la direzione che l'opinione pubblica sta prendendo: la maggior parte degli elettori repubblicani si è infatti mostrato d'accordo con questa affermazione, indipendentemente dalla modalità di presentazione della domanda.

di La Svolta   

I più recenti

Per la scienza facciamo scelte… di naso!
Per la scienza facciamo scelte… di naso!
Il telescopio James Webb ha scoperto una nuova galassia nana
Il telescopio James Webb ha scoperto una nuova galassia nana
Nel 2023 i Governi di 25 Paesi hanno preso di mira critici in esilio
Nel 2023 i Governi di 25 Paesi hanno preso di mira critici in esilio
Camerun: il “villaggio dell’amore” supporta le persone con disturbi mentali
Camerun: il “villaggio dell’amore” supporta le persone con disturbi mentali

Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Carlo Di Cicco

Giornalista e scrittore, è stato vice direttore dell'Osservatore Romano sino al...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...